A proposito di sciacalli...

Sul terremoto in Abruzzo, leggi anche:
Parlavo di sciacalli qualche post fa, scrivendo del dopo-terremoto in Abruzzo e ipotizzando quel che è semplice ipotizzare in un paese come l'Italia:

Ci dicono da ieri sera che si sono messi già all’opera gli sciacalli: che infime persone queste! Però nessuno ci dice che ogni volta che in Italia succede una catastrofe del genere ci sono ben altri sciacalli che senza essere visti raspano con le loro unghie luride sui resti di tutti noi. Tutti quei signori che ogni volta approfittano di finanziamenti privati, dello Stato, della comunità internazionale per mangiarci sopra, per intascarne una bella fetta, per metterci dentro i loro sporchi affari, per togliere quei soldi dalla disponibilità delle persone a cui erano destinati e che per anni lasciano tanta e tanta gente in un container, in un prefabbricato… in un mare di guai! MALEDETTI!!!

Ora ne parla il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, con ben altra dovizia di particolari, di fronte alle telecamere di Sky Tg24 e ai microfoni delle agenzie di stampa:

TERREMOTO: GRASSO, ORA ATTENZIONE AGLI 'SCIACALLI' DELLE CASSE DELLO STATO


Roma, 14 apr. - (Adnkronos) - Dalle case private alle casse statali. Dopo gli 'sciacalli' nelle abitazioni abbandonate per il terremoto, ora in Abruzzo l'attenzione deve spostarsi su altri 'sciacalli', più in grande stile, ovvero i clan mafiosi che potrebbero mirare ai soldi e agli appalti della ricostruzione. A mettere sull'avviso è il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso: "Nessun allarme specifico - precisa all'ADNKRONOS - ma una dovuta attenzione, sulla scorta di quanto purtroppo già successo in passato e che non deve più ripetersi".


Grasso assicura il massimo impegno affinchè "i soldi destinati a ricostruire quanto distrutto dal terremoto nel comune e nella provincia dell'Aquila vadano alle persone colpite da questa immane tragedia e non servano ad arricchire ulteriormente i clan della camorra o di altre organizzazioni criminali. Alle inchieste sul passato, su casi come quelli del crollo della casa dello studente e dell'inagibilità dell'ospedale, su cui indagherà la magistratura, dovrà affiancarsi un impegno volto al futuro, a non ripetere gli errori del passato nella ricostruzione".


Il ricordo più immediato è naturalmente quello rivolto al dopoterremoto in Irpinia. "Certo - conferma Grasso - ma lì, in Campania, la camorra per così dire lavorava 'in casa propria'. In Abruzzo, per fortuna, non si registra una presenza di criminalità organizzata, al di là di alcuni sequestri di beni appartenenti a clan mafiosi, ma non autoctoni. Quindi, sarà anche più agevole controllare la situazione, in quanto le eventuali 'infiltrazioni' camorristiche o più in generale mafiose, dovrebbero risultare più visibili".


(Bon/Ct/Adnkronos)14-APR-09 15:45


Speriamo soltanto che tale controllo riguardi anche i movimenti, la corruzione e gli affari di tanta malapolitica organizzata che, come il passato anche in questo caso ha ampiamente dimostrato, non esita a ingrassarsi sulle spalle e sulle bare degli altri.

ULTIM'ORA: L'effetto Pasqua e l'odierna visita del cardinal Bagnasco in Abruzzo devono aver mosso a maggior pietà i maggiorenti del Vaticano. Risultato: dalla Chiesa cattolica fondi per altri 2 milioni di euro! O forse si è trattato di un gesto ben calcolato di fronte al rischio di veder concretizzarsi la proposta, avanzata da più parti, di destinare ai terremotati d'Abruzzo il prossimo 8 per mille?

Commenti

  1. Eccomi,finalmente aggiungerei.
    Grazie per essere passato e per i commenti!
    Ora,procedendo al contrario, faccio un giro nel tuo blog.
    Intanto,buona serata!

    RispondiElimina
  2. Secondo te Il signore degli anelli è un film fantasy o film di fantascienza?

    Bello il testo di Modugno.Ora ne hanno fatto una cover i Negramaro.Davvero bello!Meraviglioso in tutti i sensi.

    RispondiElimina
  3. si Guernica, glielo già detto io della cover dei Negroamaro :)

    RispondiElimina
  4. Per Guernica. Grazie per la visita e scusa per il ritardo della risposta. Parto dalla seconda che hai detto: come commentato a suo tempo sul blog di arrgianf, preferisco nettamente la versione originale. Più vera!
    Se mi chiedi un giudizio sulla pellicola, ti dico che Il signore degli anelli è un ottimo film fantasy che dà vita alle oltre 1300 parole del capolavoro di Tolkien. Del libro ti direi che la definizione di romanzo è estremamente riduttiva: Tolkien si è inventato un mondo intero, con la sua storia e sue abitudini di vita, le superstizioni, le canzoni, i proverbi, le icone. E' un affresco meraviglioso in termini descrittivi. E' un'intera religione in termini metaforici. E' una parafrasi della nostra vita da un punto di vista prettamente umano.

    Per arrgianf. Carissimo, lo so che "tifi" per la nuova versione, ma continuo a preferire la vecchia. ;)

    RispondiElimina

Posta un commento