La nostra unica speranza siamo noi

Quando sei in balia della vita a volte non puoi far altro che aspettare: aspettare e guardare le cose accadere. Puoi tentare di scansarti quando all’ultimo momento le vedi arrivare; puoi provare a lasciarti trascinare quando sono appena passate. Ma su certe cose della vita non puoi davvero far nulla. L’ho capito una volta di più in queste ultime due settimane, che vorrei semplicemente poter cancellare dalla mia mente e dal mio cuore.

Maturità ed esperienze ci impediscono di continuare a guardare il mondo con occhi ingenui. E questa, forse, è la delusione più grande con la quale mi ritrovo spesso a dover fare i conti. Ho sempre sperato, infatti, che il meccanismo che sottende al nostro procedere quotidiano su questa terra fosse scandito passo passo da un’interminabile sequenza di atti di volontà, di scelte talvolta grandi e a volte di minima entità, tutte, comunque, concatenate l’un l’altra a formare la storia e il destino di ciascuno di noi.

Che noi fossimo gli artefici della nostra vita non è mai stato in discussione. L’equazione nella quale ho riposto spesso le speranze per un’esistenza migliore è semplice: se ti comporti bene, non potrai che ricevere del bene, prima o poi; se, al contrario, la tua vita sarà improntata al disinteresse e alla mancanza di rispetto dell’altro, questo e solo questo riceverai per te.

Ho capito amaramente che non è così. L’ho capito andando avanti. L’ho compreso solo con il tempo, con quella sensibilità che affiniamo con il passare degli anni e che una volta sviluppata si diverte a squarciare il velo della realtà per farci impietosamente crollare una dopo l’altra aspettative e sogni.

Non è sempre come vorremmo noi: come ce la costruiamo giorno dopo giorno, con attenzione, scrupolo, coscienza. No, non è così… Non c’è una via giusta da seguire. Puoi seguire i tuoi istinti, lavorare sulla tua volontà, rafforzarla, indirizzarla al bene, cooperare con gli altri, aiutare, riposarti e di nuovo ripartire. Ma non c’è niente e nessuno a valutare tutto ciò. E alla fine non ci sono premi o punizioni da aspettarsi: tutto viene regolato ad un gradino che è sempre più in alto rispetto a quello dove ti trovi tu.

Non c’è giustizia, né equità. Non è vero che alla fine tutto si livella, tutto si accomoda e si sistema per il meglio. Puoi sforzarti, puoi metterci tutto te stesso, ma poi le cose accadono indipendentemente da te, da quello che fai ogni istante, da quello che hai costruito fino a quel momento. E capitano come capita: in un modo o nell’altro tu non hai mai voce in capitolo. Puoi pensare quanto vuoi di essere tu quello che predispone il tutto per il bene o per il male, arrivare fin quasi ad aver realizzato tutta l’opera, a pochi metri dall’aver iniziato la tua corsa o ad un passo dal traguardo: non ha importanza. Quello che deve accadere accade senza che tu possa farci niente.

Non c’è nulla in cui credere, o meglio, ci siamo noi stessi, ci sono le persone intorno a te. Ma per il resto è inutile aspettarsi grandi cose, inutile illudersi che Qualcuno stia lì ad ascoltare o che il Destino sia lì a provvedere.

Si nasce per caso e si muore per caso: lo penso da tempo ormai. E sono sempre più convinto che sia vero. Al punto, da considerarlo spesso con serenità.
_____________________________

UN PENSIERO SPECIALE VOGLIO DEDICARLO INVECE A QUELLE PERSONE CHE HO CONOSCIUTO DA POCO TEMPO IN QUESTA GALASSIA VIRTUALE DEL MONDO BLOG. PERSONE MERAVIGLIOSE CHE, PUR SENZA SAPERE NULLA DI ME, DEL MIO MONDO, DELLA MIA VITA, DEL MIO SENTIRE E DEL MIO ESSERE HANNO DIMOSTRATO IN POCHE PAROLE TUTTA LA LORO VICINANZA E LA LORO PRESENZA. E ME L’HANNO FATTA SENTIRE SENZA VERGOGNE, SENZA TIMORI, SENZA FRENI SPESSO. IO DEVO QUALCOSA A TUTTE QUESTE PERSONE E LO DICO CON CONVINZIONE E BEN SAPENDO CHE È LA VERITÀ. A QUALCUNO DI LORO DEVO ANCHE DI PIÙ DI UN SEMPLICE
QUALCOSA, MA HO LA PRESUNZIONE DI RITENERE TALMENTE RICAMBIATO QUESTO MIO SENTIMENTO, CHE QUESTE PERSONE SPECIALI SAPRANNO AVVERTIRE DENTRO, NEL PROPRIO INTIMO, CHE STO PARLANDO DI LORO. VI VOGLIO BENE, CON TUTTO IL MIO CUORE. NON VI CHIEDERÒ SCUSA PER LA MIA ASSENZA PROLUNGATA E SILENZIOSA: SO CHE CAPIRETE E SAPRETE PERDONARMI ANCHE QUALCHE ALTRO GIORNO DI ASSESTAMENTO. MA VI GIURO CHE FARÒ QUANTO È NELLE MIE POSSIBILITÀ PER RESTITUIRE A VOI OGNI AIUTO, OGNI SOSTEGNO, TUTTE LE CAREZZE CHE MI AVETE DONATO E TUTTI GLI ABBRACCI CHE AVETE SAPUTO REGALARMI IN QUESTI GIORNI DIFFICILI.

AD OGNUNO DI VOI, ESSERI SPECIALI CHE HO INCONTRATO QUI, UN BACIO IMMENSO!

Commenti

  1. Beh... sono entrata per ringraziarti di esserti aggiunto ai miei lettori...
    ma...
    ho letto ciò che hai scritto ai tuoi sostenitori e... che dire... mi sono emozionata... parole sentite dal pronfondo del cuore... non so cosa ti sia successo o cosa stai vivendo...
    ma solo una cosa posso dirti... esiste anche l'ottimismo...
    Sorridi alla vita molte persone ti amano per quallo che sei non cambiare... sii te stesso...
    Coraggio...
    Dolce notte Marco un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Marcus, per me ogni singola cosa ha valore...anche le parole. Non so cosa ti sia successo...la vita non è mai facile.
    Ma sai credo sia vera una cosa...spesso si chiude una finestra, ma si apre il portone. In questa vita di gente che è entrata e uscita dal portone della mia esistenza ne ho vista tanta. Ma tutto ha un valore e un significato, anche se a volte ci sfugge.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Comincio con l'invitarti a rileggere parola per parola del tuo stesso post...
    Non starò qui a smentirti ed a dirti...."no Marcus non è così" o peggio....lo scontato e banale "sù vedrai che le cose cambieranno"...
    Nulla di tutto questo...e sai perchè? Perchè ho 31 anni e già da molto ho avuto modo di capire che la vita è esattamente come l'hai descritta tu. E quando mi si dice...."ehhhhhhh esagerata! pessimista! depressa! fobica e malata!"
    0_0
    Ma chissà perchè l'essere realisti è sempre confuso ed inteso con il pessimismo...
    Già...chissà?
    Bè...io credo di sentire cosa ha a che fare il tuo malessere e non starò qui a tirare nè ad indovinare, nè a tirartelo fuori per forza...Ho un profondo rispetto della privacy e dell'animo umano...Ma una cosa posso dirtela....e chi parla...è una che ha già più o meno vissuto delusioni, sconforti, abbandoni, "lutti", malattie, "fallimenti", solitudini e pedate nel culo...e più...
    La vita...comprende di certo tutto ciò che hai scritto e che,ripeto, condivido...(soprattutto la parte dei livelli)ma è anche vero...che come precipita, può decollare...e questo giro è costante, persistente ed inevitabile. Vale per tutti...irrimediabilmente, nel bene e nel male...
    (il che questo fa di me un ottimista...o ancora realista...ma sempre confusa ed interpretata?)E' il ciclo della vita...così come la nascita e la morte....la notte ed il giorno...il sole e la pioggia...il bene ed il male....e che dopo il dolore...ci si deve aspettare la gioia...è un altra catena dello stesso ciclo....
    Ed io starò qui, ad attendere in silenzio e con rispetto...che arrivi il giorno che scriverai un post, dove racconterai di quella gioia...tanto imminente quanto grande è questa tua delusione attuale.

    Detto questo....
    sappi che non c'è nulla che tu debba fare per ricambiare...non c'è nulla della quale devi giustificarti e non c'è nulla da ringraziare.
    Io non sono una che va...perchè l'altro è passato...non sono una che fa qualcosa aspettandosene un altra in cambio....e proprio a testimonianza di quello che la vita mi ha insegnato e di ciò che tu stesso hai scritto, sulla consapevolezza acquisita....ancor meno sono una che resterà delusa semmai tu non m'invierai gli stessi abbracci...
    Tesoro..questa è la vita e ringraziando Dio...vado ancora dove mi porta il cuore...denunciando falsità e ciò che non ha sostanza....Qui ce ne tanta e basta questo per farmi tornare e per esserti amica.
    non devi sentirti in dovere morale di nulla. E' sempre stato solo un piacere passare a donarti un pensiero....Io credo che tu sei una gran bella persona...intelligente, equilibrato,maturo, forte, mai vittima, sensibile, introspettivo e soprattutto, sei un uomo che non giudica a priori...piuttosto,prima conosce, cerca di vederci chiaro e di scorgere le differenze che anzicchè respingere, ti lasci affascinare, arricchendoti tu per primo ed ammirando anche chi da te è diverso e distante...
    Se non è grandezza questa....fammi altri esempi perchè io non conosco altro da ammirare...Ti sembra sufficiente come descrizione per essere abbondantemente ringraziata a priori? A me basta questo.... E non importa nemmeno se domani Marcus chiuderà il blog senza preavviso e senza dire nulla, solo perchè gli andava...Non devi spiegazioni....Per me va bene così. Ho comunque conosciuto qualcuno,anche se virtuale, che in qualche modo ha nutrito e soddisfatto il mio bisogno di arricchirmi...e di confrontarmi in modo sano,equilibrato,civile e profondo...
    Ti sembra ancora poco?
    Per me è fin troppo...per essere parte del globo terrestre...
    Adesso vado....(il marito incombe urlando)
    Sta volta ti abbraccio, poi ti do un bacio, e ti regalo tutti i sorrisi che la mia parte buona è in grado di donare...pensando che possano pure portarti fortuna!!!
    A presto!
    O tardi....
    che importa?
    importa che starai presto meglio!

    RispondiElimina
  4. PS: Scusa...ho dimenticato di dirti...riferendomi a post precedenti...che io ho aperto il blog in concomitanza con una forte delusione lavorativa...ma proprio forte.....
    appunto...anche a proposito di livelli....ed aggiungo,in coincidenza con l'ammalarsi di mio suocero che poi, l'ha portato un mese fa alla morte.
    Questo...anche per spiegarti un altro pò di cose....e per......

    RispondiElimina
  5. Caro Marcus, ho letto con piacere il tuo post, sei "quasi" tornato, e questo mi rendo molto felice...Mi spiace leggere il tuo stato d'animo non troppo sereno, vorrei, con la comicità toscana, portarti un sorriso..so che senti il calore, e questo è molto importante. Hai detto una cosa saggia, come sempre del resto, a volte si incontrano amici in maniera anomala dal normale. Ma ho imparato che in rete spesso si trovano persone d'incommensurabile splendore. Ti faccio questa confessione, che pochi, anzi, pochissimi sanno: mio marito l'ho conosciuto in una chat, molti anni fa, ci siamo incontrati, conosciuti e piaciuti subito. Dopo sei anni di fidanzamento, ci siamo sposati, ormai sono quasi due anni. Ti confesso è un ragazzo straordinario, meraviglioso, bellissimo, per me è tutto l'oro di questo mondo, e non lo cambierei mai per nulla al mondo. Come vedi, bisogna essere fortunati, io ho trovato l'amore nel web, quello vero, quello che ti fa sentire completa...posso affermare allora, con certezza che si possono trovare anche degli amici, quelli buoni, quelli che ti sono vicini incondizionatamente, anche se virtualmente, ma mettendoci tutto l'affetto come quelli in carne ed ossa. Quindi, caro Marcus, forza, noi siamo con te, io sono con te, e sono certa che il mio, il nostro calore, ti farà superare tutti i momenti particolari, e ritornerai rigenerato, nuovo, ardimentoso, tornerai il nostro caro e "vecchio" Marcus!!
    Un abbraccio sincero, Debora.

    RispondiElimina
  6. Nulla è sempolice ma finchè abbiamo la speranza di riprenderci la nostra esistenza e mandare al diavolo quello che non ci va...Non è mai troppo tardi e anche se cadiamo, rialziamoci da soli...ce la possiamo fare! Forza;-) Un bacio

    RispondiElimina
  7. Ciao Marcus tu lo sai che quando vuoi io ci sono sempre vero? Anche per due chiacchiere... sei una persona meravigliosa e questo traspare da tutto ciò che scrivi e a volte da quello che non dici! Ti auguro di avere giorni sereni e la tranquillità che meriti, le soddisfazioni, le gioie e la felicità che spettano ad un uomo perbene! Un abbraccio caro.

    RispondiElimina
  8. bè...allora sai che ti dico?
    Non ci provo neanche a gareggiare...
    sto giro me li prendo tutti!!!!!
    Un abbr...
    OPS! stavo partecipando ancora...
    ^_____________^

    RispondiElimina
  9. Per Paola:
    Benvenuta nel mio mondo. E' un mondo un po' strano dove un giorno vige la logica e il giorno dopo tutto è travolto dai sentimenti... (ma si può...?!)
    Ma tu con due parole sei entrata subito in sintonia e qui (giuro!) vibriamo parecchio!
    Ti abbraccio anch'io, Paola: verrò a trovarti presto!

    Per Nicole:
    Non ci credo più. O almeno, faccio molta fatica a credere che "tutto ha un valore e un significato, anche se a volte ci sfugge". E non lo dico per stupido e ottuso pessimismo: a (quasi) 45 anni qualcosa della vita ho conosciuto e sono sempre più convinto che se qualcosa ci sfugge è perchè magari un senso non c'è. Mi sbaglierò... MAGARI! LO VORREI TANTO, in fondo!
    Ma di certo non mi sbaglio su voi... e su di te! Un bacio!!!

    RispondiElimina
  10. Per dark:
    Risposte per te non ne ho, mia dolce dark! Soprattutto dopo la lezione che dall'alto (!) della tua età hai saputo impartire al sottoscritto... Sappi che mi sono nutrito delle tue parole, le ho masticate quando erano più dure e ho tracannato quelle che hanno pizzicato dolcemente le mie corde. E tu riesci sempre a farlo molto bene! Tu sai come affrontare il dolore, sembra che tu ci lavori col dolore delle persone, tanto riesci bene a capirlo e a gestirlo. Sbaglierò, ma mi sembra di vederti: sempre pronta a correre di qua e di là, fra cuori che urlano e anime perse. E tu lì in mezzo che accogli e tratti e offri a tutti il tuo sorriso... che neanche conosco... ma che so fare tanto bene!
    Ti abbraccio, dark, come fossi qui...

    PS: mentre stavo per iniziare a scrivere questa risposta ho letto la tua risposta al mio commento di poco fa sul tuo blog. Ci scriviamo ormai quasi in tempo reale: non è che stiamo diventando una chat?!
    Ancora un bacio!

    RispondiElimina
  11. Per Debora:
    Grazie per le parole, grazie per esserci stata anche nei giorni scorsi, grazie per l'onore della tua confessione (anche se, temo, ora sia diventata di pubblico dominio, eheheh!). Grazie per l'"ardimentoso" e, soprattutto, per il "vecchio": mi ha suonato bene come me l'hai detto!

    Per Roberta:
    Le tue parole sono spesso stringate, ma sanno colpire nel segno. Ma proprio NEL SEGNO! Senza saperlo hai messo il dito sulla piaga, descrivendo, come meglio non si potrebbe, ESATTAMENTE quello che è il problema! Non so come tu abbia fatto e sono stupito di averlo letto così apertamente nelle tue parole. Che dire, cara Roberta... Inquietante! Ti bacio.

    RispondiElimina
  12. Per ANNA:
    Non mi aveva mai chiamato nessuno così... Un uomo perbene... Sì, credo di esserlo, in fondo... Però che bello sentire qualcuno dirtelo! Grazie del pensiero e della tua disponibilità: me la terrò ben stretta e spero tu voglia fare altrettanto con me... casomai...
    Un grande abbraccio e un bacio ai tuoi angioletti!

    RispondiElimina
  13. "Tu sai come affrontare il dolore, sembra che tu ci lavori col dolore delle persone, tanto riesci bene a capirlo e a gestirlo."

    Il dolore delle persone lo conosco, lo sento, lo percepisco. Mi trafigge, sconvolge, deprime, ribalta, butta giù...Sono energie che assorbo...Quando sto dinnanzi chi soffre, anche se sorride e tace, io lo sento. Ho vissuto tutta la vita nel dolore...nei disagi interiori.Poi.....ho conosciuto (indirettamente) la schizzofrenia, la depressione, l'esaurimento nervoso...ho trascorso molte molte feste nei corridoi di cliniche ed ospedali e per come sono fatta, "d'indole" è inevitabile non palparlo e non lavorarci dentro....
    Tanto da essere diventata un orso.(Occorre anche difendersi quando si è come me)
    E' vero che lavoro con il dolore...ci lavoro da tutta la vita e conosco benissimo la psiche umana ed i suoi vicoli...ma è con il mio dolore che lavoro di più,con tutto quello che ho dovuto metabolizzare,conoscere e rendere amico...per non farmi nè impazzire, nè uccidere. Proprio una brutta bestia la sensibilità, la sensitività e la veggenza....

    " io che corro di qua e di là sorridendo ed aiutando"
    Bè...la professione "non artistica" che avrei voluto svolgere è quella della psicologa o psichiatra.

    In ogni caso...per "aiutare" qualcuno, facendolo per lavoro, devi possedere una certa serenità interiore...ed io con il mio dolore non ho ancora smesso di lavorarci e l'introspezione non è mai abbastanza..."Nulla è mai troppo inside"
    "La verità sta nel fondo del fondo dell'anima delle persone" e non altrove...Ed a me, viene troppo spontaneo e naturale affacciarmici dentro.
    Ma prima di ogni cosa.....così ci sono nata.....
    Che io sia riuscita a sollevarti in qualche modo, non può che rendermi felice...
    Per il resto...io ho solo "sentito" cosa tu stessi provando...e ti ho scritto di conseguenza....con affetto ed amicizia.
    Data l'ora, ti auguro una meravigliosa giornata....e sono certa che anche oggi,qualcosa di meraviglioso da vivere ci aspetta!
    Non trovi che la vita sia stupenda e che il sole può splendere in qualsiasi momento????
    Io si!
    Ti abbraccio..........^_-.

    PS: Pesantuccio come commento per essere solo le 6:51 AM....mannaggia....meglio mi vado a fare un dobbio caffè.....
    ^____^

    RispondiElimina
  14. Per dark:
    Questo tuo post (assolutamente leggero!) meriterebbe un approfondimento a parte... de visu... che questo universo al momento rende impossibile. Purtroppo!

    Però l'ho apprezzato moltissimo e mi conferma quanto sia ben riposta la mia stima per te!
    Ti bacio!

    RispondiElimina

Posta un commento