Bravo Francesco: no a dittatura del pensiero unico!

"Anche oggi c'è la dittatura del pensiero unico" che uccide "la libertà dei popoli, la libertà della gente, la libertà delle coscienze": occorre "vigilare e pregare". Lo ha detto Papa Francesco nell'omelia di questa mattina alla Domus Santa Marta. "Oggi - ha denunciato - si deve pensare così e se tu non pensi così non sei moderno, non sei aperto o peggio". [Ansa]

Grazie, Papa Francesco! Relativismi ti ringrazia di cuore: sono quasi le stesse parole che dal 2008 campeggiano sul top di questo blog. E che già allora significavano così tanto...

Commenti

  1. Marketing, sempre marketing. E il bello è che ancora troppi beoti ci cascano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dici che faccio marketing dal 2008? Eheheh!

      Scherzi a parte, se hai letto qualcosa di questo blog sai che il mio plauso si riferisce a ben determinate parole. Che, fra l'altro, costituirono a suo tempo proprio l'impulso decisivo che portò alla creazione di queste pagine. E in risposta proprio al marketing di un altro Papa...

      Elimina
    2. Vero, vero. Le parole in sé meritano il plauso; è il contesto in cui sono inserite - la kiesa kattolika, con le K che si merita in pieno - a trasformarle in un mero slogan per riconquistare la credibilità che, giustappunto, la kiesa ha perso con quell'altro papa.

      Elimina
    3. Kuell'altro papa, vuoi dire... ;)

      Elimina

Posta un commento