Responsabilità e dintorni

Capita spesso di riempirsi la bocca e il cuore con parole e preoccupazioni su quanto gli altri dovrebbero fare per sé e per chi sta loro vicino. E siamo invece sempre disponibili ad indulgere con noi stessi o a sottovalutare analoghe situazioni che ci riguardano direttamente. Talvolta con ironia, altre con superbia. A volte ancora addirittura per eccesso di generosità... Ma lo facciamo: guardiamo le nostre cose con superficialità, quasi con fastidio, senza quella cura, premura e determinazione che invece siamo pronti a pretendere dagli altri

Ho deciso che, nel limite delle mie possibilità, voglio cambiare questo modo di affrontare le cose. Posso essere ironico e superficiale, persino spocchioso: ma non posso e non devo guardare alla mia vita pensando di essere solo, convinto che tutto quello che decido di fare o non fare tanto ricadrà su di me, soltanto su di me e quindi... No, non è così: si chiama responsabilità e occorre che me ne ricordi da oggi in poi. D'altronde l'egoismo ha tanti volti e nella maggior parte dei casi è camuffato bene.

Commenti

Posta un commento