QUESTO BLOG È ESPRESSIONE DEL LIBERO PENSIERO, GARANTITO E TUTELATO DAGLI ARTICOLI 3 E 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA E NON INTENDE PROMUOVERE ALCUNA CAMPAGNA DI INCITAMENTO ALL'ODIO E ALLA VIOLENZA. PERTANTO SI DIFFIDANO LE AUTORITÀ A INTRAPRENDERE AZIONI MIRANTI AL SUO OSCURAMENTO PERCHÈ ASSOLUTAMENTE INGIUSTIFICATE E, PARIMENTI, I LETTORI A FORMULARE COMMENTI CONTRASTANTI CON IL SUO INTENDIMENTO PERCHÈ ASSOLUTAMENTE INDESIDERATI.

venerdì 15 giugno 2012

"Il lavoro che normalmente fanno i politici"

Le sedute del Parlamento vengono raramente trasmesse in diretta tv e, spesso, solo quando fa gioco alle strategie comunicative di maggioranza od opposizione. Così capita spesso che, al chiuso dei loro Palazzi, i nostri politici si liberino delle loro maschere ipocrite per mostrare di sè un aspetto più... come dire... aderente al vero. Al vero del loro essere, ma anche al vero della loro attività.

Ieri, nel corso del dibattito alla Camera sul disegno di legge anticorruzione, così ha parlato l'on. Gianfranco Miccichè (il deputato siciliano che, da vice ministro alle Finanze, finì in un'informativa dei Carabinieri nel 2002 nella quale si descrivevano i periodici rifornimenti di cocaina presso il suo ufficio ministeriale):

[dal resoconto Camera del 15 giugno 2012]

GIANFRANCO MICCICHÈ. Signor Presidente, signor Ministro della giustizia, abbiamo affrontato un argomento realmente molto serio, però - come spesso succede all'interno di quest'Aula - lo abbiamo affrontato un po' portando avanti le istanze demagogiche di qualche personaggio della televisione italiana e poco - secondo me - rendendoci conto di quello che stiamo facendo.
Mi riferisco a questo incredibile - secondo me - reato di traffico di influenza. Non so se voi conoscete bene qual è il lavoro che normalmente fanno i politici, specialmente in alcune zone del Paese: posso dire che noi, deputati di Grande Sud, passiamo la giornata a cercare di «influenzare» - mi posso costituire - nel senso che abbiamo tutti i giorni a che fare con qualche impresa che viene a chiederci un aiuto perché sta per chiudere, mandando a casa decine di persone perché non riesce ad ottenere 10.000 euro di prestito da una banca; io cerco di influenzare il direttore di quella banca (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA e di deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania).
Abbiamo gente che viene tutti i giorni da noi perché cerca di ottenere una visita da un primario, non il 12 settembre prossimo, come gli dicono, ma con urgenza perché ha una malattia grave: io cerco di influenzare quel primario.
Tutti i giorni viene da me un pescatore cercando un aiuto ed una mano perché - giorno dopo giorno - gli sequestrano i tonni che pesca perché l'Europa dice che i tonni non si possono pescare in Italia, ma dobbiamo aspettare che li vengano a prendere i giapponesi, appena girano l'angolo di Trapani (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA e di deputati del gruppo Popolo della Libertà). Io cerco tutti i giorni di influenzare dalla Guardia di finanza fino a tutti i commissari europei per evitare che questo accada.
Io sto tutto il giorno a cercare di influenzare qualcuno perché possa dare lavoro ad un disoccupato siciliano, pugliese, calabrese o campano (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA e di deputati del gruppo Popolo della Libertà).
Signor Ministro, il combinato disposto tra le intercettazioni ed il reato di traffico di influenza ci mette nelle condizioni di essere, noi di Grande Sud, matematicamente tutti indagati.
Allora, siccome siamo in un momento di crisi e dobbiamo anche risparmiare, le dico sinceramente che tanto vale che ci costituiamo tutti e si faccia un maxiprocesso a noi politici del sud (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA), perché passiamo la giornata a cercare di influenzare qualcuno per ottenere quel minimo di aiuto che oggi lo Stato ci può dare.
Devo dire con dispiacere che, purtroppo, raramente riusciamo ad influenzare: troppo spesso ci viene detto «no». Io metterei in galera quelli che ci dicono «no», non noi che cerchiamo di influenzare o di ottenere qualcosa (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA).
Signor Ministro, non voglio fare un intervento demagogico, né voglio mettermi a dire che oggi questo Governo dovrebbe pensare di più al decreto «sviluppo» o a dire all'Europa che tutte le limitazioni incredibili che ci pone ci stanno veramente mettendo in ginocchio, ma la prego e la invito a rivedere realmente con serietà questo, che secondo me è un errore clamoroso che mette un grandissimo potere nelle mani dei magistrati italiani che, per quanto seri e bravi possano essere, ogni tanto abbiamo visto che manifestano qualche punto di non perfetta coerenza con il giuramento che hanno fatto quando sono diventati magistrati. Mettiamo nelle mani di questi pochi magistrati, che non sono persone perbene all'interno della magistratura italiana, un potere infinito; mettiamo ancora nelle mani della magistratura non perbene la possibilità di decidere chi deve essere eletto la prossima volta e chi non deve essere eletto, chi deve continuare a lavorare per la propria gente e chi non deve continuare a farlo.
La invito, seriamente, senza infingimenti e senza demagogia, a rivedere l'articolo sull'influenzabilità nella pubblica amministrazione perché è un errore realmente grave di cui tutti noi ci pentiremo - lo dico a tutti quelli che voteranno questo provvedimento - tra qualche anno amaramente.
Per la prima volta Grande Sud non voterà a favore di questo Governo (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Grande Sud-PPA e di deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania).

Ora, io potrò sembrare anche il Travaglio-bacchettone di turno, con i miei grassetti rossi e ultradimensionati. Ma a parte eventuali rilievi di carattere giudiziario che potrebbero essere contenuti in questa autodenuncia dell'on. Miccichè (e secondo me, a cercare bene, qualche magistrato volenteroso ne potrebbe trovare...), è la sfacciataggine delle ammissioni da lui fatte circa l'attività principale e prevalente dei parlamentari che colpisce. Perchè un conto è dire che i nostri politici sono tutti dei perditempo che pensano solo ai fatti propri, un conto è sentirlo raccontare da uno di loro. Con enfatica proposopea.

venerdì 1 giugno 2012

Terremoto e fracking: i nuovi (possibili) mostri

Secondo molti ben informati, il fenomeno del fracking non c'entra nulla con il terremoto in Emilia. E le (da più parti segnalate) attività in tale senso svolte nell'area geografica dell'Emilia Romagna nulla hanno a che fare con le scosse dell'ultimo mese.

Per cui autorevoli testate come Il Sole 24 Ore si sono subito precipitate a precisare che...

Erg: il deposito del gas di Rivara non c'entra niente con il terremoto. 
Clini: necessarie indagini aggiuntive
Già da qualche tempo rimbalzano in rete messaggi allarmanti che indicano come causa del terremoto dell'Emilia il 'fracking', le perforazioni a scopo esplorativo che si fanno nel terreno, a diversi chilometri di profondità, per capire se è idoneo a ospitare oleodotti piuttosto che, come nel caso del modenese, una centrale di stoccaggio dei gas.

Ora, io non sono un tecnico nè uno scienziato. Non ho problemi ad ammettere, anzi, di essere stato piuttosto scettico sull'ipotesi fracking dopo aver girovagato sul web. Però poco fa ho letto questa notizia, che riporta di decisioni della Regione Emilia Romagna e del Ministero dello Sviluppo Economico con le quali i due enti improvvisamente fanno marcia indietro sulla possibilità che una multinazionale del petrolio possa continuare a svolgere attività simili nell'area in questione:

++ SISMA EMILIA: STOCCAGGIO GAS RIVARA, STOP DA MINISTERO ++
REGIONE, DECISIVA LA NOSTRA CONTRARIETA'
(ANSA) - BOLOGNA, 1 GIU - Rigettata la richiesta di
autorizzazione all'accertamento della fattibilita' del programma
'Rivara Stoccaggio' avanzato dalla Erg Rivara Storage.
L'ufficialita' e' arrivata questa mattina dal Ministero, rende
noto la regione Emilia-Romagna, commentando che e' stata
decisiva la sua contrarieta' al progetto. (SEGUE).
MR
01-GIU-12 12:08

SISMA EMILIA: STOCCAGGIO GAS RIVARA, STOP DA MINISTERO (2)
(ANSA) - BOLOGNA, 1 GIU - Il ministero dello Sviluppo
Economico, oltre che alla Regione, ha comunicato a Erg Rivara
Storage ed al ministero dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare che ''l'intesa negativa della Regione
Emilia-Romagna costituisce motivo ostativo all'accoglimento
dell'istanza''.
''Si conferma oggi la posizione della Regione. Senza il
nostro consenso, non si puo' fare nessuna attivita' su quel
territorio. Come drammaticamente dimostrato negli scorsi giorni,
quel consenso e' stato giusto non concederlo, perche' la zona,
come avevamo scritto in tempi non sospetti, e' simicamente
attiva e densamente abitata - ha sottolineato l'assessore
regionale alle Attivita' produttive, Gian Carlo Muzzarelli -. La
delibera di Giunta con cui lo scorso aprile la Regione
Emilia-Romagna ha formalizzato ufficialmente il proprio diniego
all'intesa con il Governo, e' stata decisiva ai fini del rigetto
dell'autorizzazione''. (ANSA).
MR
01-GIU-12 12:19

E mi chiedo, da ignorante: non è che qualcuno comincia a pararsi il culo...?

-----------------------
UPDATE 4/6/2012
SISMA EMILIA: SINDACO VENEZIA, SPERO TRIVELLAZIONI ESTRANEE
SE DIMOSTRATE SERVONO AZIONI CONTRASTO;SAREBBE PRATICA CRIMINALE
   (ANSA) - VENEZIA, 4 GIU - ''Se fossero dimostrate, sarebbero
pratiche criminali''. Cosi' oggi il sindaco di Venezia, Giorgio
Orsoni commentando le ipotesi sollevate da alcuni che le
fratturazioni idrauliche della roccia conseguenti a
trivellazione, con termine tecnico 'fracking', possano
comportare un lieve rischio sismico.
   ''Sarebbero pratiche criminali - dice - perche' per qualche
profitto di imprese anche nazionali verrebbero messi a
repentaglio questi territori e la vita delle nostre
popolazioni''.
   ''Mi auguro siano notizie non vere - conclude il sindaco di
Venezia - perche' altrimenti bisognerebbe attivare azioni di
contrasto molto serie''. (ANSA).      BE/BE
04-GIU-12 19:38

Un sindaco che fa queste dichiarazioni non è un complottista blogger... Mi sa che qualcuno dovrà dare risposte serie, quantomeno per spiegare al sindaco, a tutti che le cose stanno diversamente.

--------------------------
UPDATE 05/06/2012
TRIVELLAZIONI: CONSIGLIO PUGLIA, GOVERNO RIVEDA DEROGHE
APPROVATO ALL'UNANIMITA' ODG, SI VIETINO IN ADRIATICO
   (ANSA) - BARI, 5 GIU - Il consiglio regionale della Puglia ha
approvato oggi all'unanimita' un ordine del giorno in cui si
chiede al presidente della Regione e alla giunta regionale di
intervenire perche' il governo, e in particolare, i ministri
dell'ambiente e dello sviluppo economico rivedano le deroghe,
previste dal decreto liberalizzazioni, alle prospezioni in
Adriatico alla ricerca di petrolio. Il consiglio regionale
pugliese chiede in particolare di ripristinare la distanza di 12
miglia dalla costa per le attivita' di prospezione, ricerca e
coltivazione di idrocarburi in mare; di vietare le trivellazioni
terrestri e marine prospicienti le aree protette terrestri e
marine o che si compioano a una distanza di almeno 20 miglia; di
istituire un tavolo tecnico con le nazioni transadriatiche
(Croazia, Albania, Montenegro e Grecia) per una determinazione
comune che vieti in tutto l'Adriatico le prospezioni
geosismiche. L'assemblea regionale chiede infine al governo di
farsi portavoce presso l'Unione Europea per l'adozione di una
legge che regolamenti a livello comunitario ricerche e
prospezioni. (ANSA)      YB1-ZG
05-GIU-12 16:13

E allora? Qualcuno si decide a dire qualcosa?? Governo, ci sei???
Intanto, in attesa del governo, si muove la magistratura...

SISMA EMILIA:PM,VERIFICA SE CI SONO STATE O NO TRIVELLAZIONI
ACCERTAMENTI LEGATI A PROGETTATO MEGA-DEPOSITO GAS RIVARA
   (ANSA) - MODENA, 5 GIU - Anche il capitolo deposito gas a
Rivara di San Felice sul Panaro, con le eventuali trivellazioni,
entra a far parte delle verifiche che la Procura di Modena fara'
dopo i terremoti del 20 e 29 maggio.
   L'accertamento rientra nel fascicolo 'contenitore' del
Procuratore aggiunto Lucia Musti, aperto dopo i crolli del 20 ma
che non si limita solo a quelli. Un fascicolo che riguarda le
'terre terremotate' e che e', almeno per ora, a modello 45,
cioe' per fatti non costituenti reato, e quindi consente
un'ampia delega di indagine.
   Il fascicolo considera i crolli in genere e le perforazioni.
L'indagine dovra' capire innanzitutto se le trivellazioni sono
state fatte o meno. (ANSA).

Approfondimenti sull'inchiesta dei pm di Modena su Verosimilmente.

--------------------------
UPDATE 11/04/2014


Terremoti: ER; Science, cause non escludono estrazione petrolio

(ANSA) - ROMA, 11 APR - Tra le cause dei terremoti che hanno
colpito l'Emilia Romagna il 20 e il 29 maggio 2012, uccidendo 27 persone e causando centinaia di feriti, non si puo' escludere l'estrazione petrolifera in zona. Sarebbero le conclusioni attese e non ancora pubblicate del rapporto realizzato dalla commissione Ichese, anticipate dalla rivista Science. La commissione e' stata istituita per valutare le possibili relazioni tra esplorazione ed estrazione di idrocarburi in Emilia Romagna e i due terremoti, rispettivamente di magnitudo 5.9 e 5.8.
   Science cita fonti che conoscono lo studio, secondo le quali
''il rapporto sarebbe stato presentato alla Regione Emilia-Romagna, almeno un mese fa''. Secondo le stesse fonti ''i politici sia a livello regionale sia nazionale sarebbero preoccupati per gli effetti e starebbero ritardando la pubblicazione''. Il rapporto, spiega Science, esclude che il deposito di gas naturale sopra la faglia geologica attiva nei pressi di Rivara nella valle del Po potrebbe aver causato i terremoti perche' le trivellazioni dovevano ancora iniziare quando questi si sono verificati. Invece, secondo Science, il rapporto ''punterebbe l'indice su un altro sito: il giacimento di petrolio di Cavone, gestito da Gas Plus''. Science sostiene di aver visto le conclusioni del rapporto nelle quali ci sarebbe scritto che ''non puo' essere escluso che le attivita' di estrazione nel sito potrebbero aver innescato il terremoto del 20 maggio, il cui epicentro e' a 20 chilometri di distanza''.
     Y75-BG
11-APR-14 18:53

Etichette

2012 (1) abruzzo (8) adsl (1) aforismi (1) africa (3) agricoltura (1) al qaeda (1) al servizio del paese (2) alberi (2) alemanno (1) alfano (7) alieni (2) amato (1) ambiente (1) amici (1) amnistia (2) andreotti (1) anni '70 (2) anni 70 (1) annozero (3) ansa (1) antifascismo (1) anziani (1) aparthaid (1) apocalisse (1) ateobus (1) ballarò (1) bambini (2) banche (2) bce (1) benigni (1) benvenuto (1) beppe grillo (2) berlusconi (99) bersani (3) bertolaso (1) bier (1) blog (9) bondi (1) bongiorno (2) bonolis (6) borsa (5) borsellino (2) bracciano (2) brunetta (2) bullismo (1) bush (4) busi (1) caffarra (1) calcio (3) calcioscommesse (1) calendario (1) camorra (5) cancellieri (1) cane (1) canzoni (2) carcere (4) carosello (2) casalinga (1) cassazione (2) castelli (1) catricalà (2) cerchi nel grano (1) chiesa (4) cina (1) cinema (1) colonna (1) come ci prendono in giro (2) comici (1) commenti (1) comunicattivo (1) con pietro grasso (1) conpietrograsso (1) conso (1) contraccezione (1) coraggio (1) corruzione (6) corteo (1) costi (2) costituzione (7) crisi economica (42) cristina bozzi (1) crop circles (1) destra (1) di pietro (1) dio (3) dipendenza (1) diritti umani (1) discorso (1) dissenso (1) dittatura (1) dolore (1) donne (2) draghi (1) ecologia (2) economia (1) educazione (1) elezioni (4) elezioni europee (2) elezioni regionali (2) elisa (1) eluana englaro (2) emilia romagna (1) emozioni (1) equitalia (1) etichette (1) euro (2) europa (2) evasione fiscale (4) f35 (2) facebook (2) falcone (2) fantacronache (5) fantascienza (1) fascismo (2) febbre suina (2) festa del lavoro (1) festival (14) film (5) filmato (1) fine del mondo (1) fini (5) flick (1) follia (1) fonti energetiche (1) forza (1) fracking (1) g8 (4) gabanelli (2) gelmini (2) ghedini (1) giappone (1) giornalismo (2) giovani (1) giustizia (8) google (1) governabilità (1) governo (10) grasso (2) gratteri (1) grecia (2) grillo (2) guerra (9) il fatto quotidiano (1) immigrazione (3) immunità (1) impiegati statali (1) influenza (1) informazione (3) ingiustizie (2) ingovernabilità (1) ingroia (1) intercettazioni (4) internet (5) italia (28) iva (1) kamikaze (1) la russa (1) lega (4) letizia (1) letta (3) libertà (2) libri (1) limiti (1) liste elettorali (1) lodo alfano (7) maddalena (1) mafia (15) magistratura (6) maltempo (1) mancuso (1) mandela (1) manovra economica (7) maroni (2) massoneria (1) mastella (1) matheson (1) matrimonio (1) mccain (1) media (3) mediaset (2) mentana (1) meraviglioso (1) mercati (6) minzolini (1) misteri (3) momenti bui (3) mondo (2) monti (14) morte (3) morti (2) musica (4) napolitano (12) natale (4) nazisti (1) negro (1) nobel (1) nome (1) obama (8) odio (1) onu (1) orto (1) osama bin laden (1) pace (1) papa (4) parigi (1) partiti (1) partito democratico (1) pasqua (1) passato (1) paura (2) pc (1) pd (5) pensieri leggeri (1) pensiero unico (1) personale (85) petrolio (1) piano-casa (1) politica (137) poliziotti infiltrati (1) poveri (2) presidente (1) privacy (1) profezia maya (1) prostituzione (1) pubblica amministrazione (2) pubblici dipendenti (2) pulcino (1) queen (2) quiz (1) racconto breve (21) radio (1) rai (3) rapporto EIU (1) ratzinger (1) referendum (2) religione (2) renzi (5) report (2) resistenza (2) responsabilità (1) retata (1) rifiuti (1) righetti (1) rinascita (1) ringhio (1) roberto ruocco (1) roma (3) russia (1) saggi (1) sanremo (14) santoro (1) saviano (2) scandalo (2) schifani (2) scudo fiscale (1) scuola (4) scuse (1) se stessi (1) segreti di stato (3) senato (1) sesso (1) shore (1) sicurezza (4) signore degli anelli (1) simboli (1) sinfonia (1) sinistra (4) social card (1) società (1) soldi (4) sole (1) sondaggio (1) spread (5) squadra (1) stato (1) tangentopoli (5) tav (1) telecom italia (2) televisione (1) televoto (3) terra (4) terremoto (11) terrorismo (3) tevere (2) tifo (1) tornatore (1) travaglio (1) tremonti (6) treni (1) trenitalia (1) trilussa (1) tv (4) ufo (1) umanità (2) una scelta di vita (1) uomini (2) uomo (4) usa (10) valori (1) vaticano (2) vauro (1) veltroni (1) verità (1) vezzali (1) viareggio (1) vicenda umana (4) video (1) violenza (2) vita (17) vittoria (1) volontà (1) volontari (1) wall street (1) wikileaks (1) zawahiri (1)

DISCLAIMER

LE IMMAGINI QUI RIPRODOTTE SONO PER LO PIÙ PRESE DA INTERNET E NON FINALIZZATE A SCOPO DI LUCRO. SARANNO RIMOSSE IMMEDIATAMENTE IN CASO DI LAMENTELE DA PARTE DEGLI AUTORI.