Di Marco in Marcus

Avviso ai naviganti: questo blog mi sta trasformando.

Non so se sia una logica evoluzione di questa nuova passione, magari combinata all'abitudine di scrivere: non ho l'esperienza sufficiente per azzardare analisi di questo tipo, dal momento che curo queste pagine solo da pochi mesi. Quindi non so se quello che di me sto rendendo pubblico oggi costituisca una passaggio naturale nell'avventura di un blogger o se si tratti, invece, di una mia personale esperienza. E alla fine, in fondo, neanche mi interessa più di tanto saperlo...

Quel che è certo è che spesso mi capita di svegliarmi pensando alle tante cose che vorrei scrivere qui da me e sulle pagine dei miei amici e amiche speciali. E altrettanto spesso mi accade di fare questo come ultima attività della mia giornata. Eppure io vivo già tutta la mia vita professionale scrivendo o lavorando al pc... Tuttavia, mai parlando di me, di quel che più amo o che proprio non mi va. E forse è questo il valore aggiunto che mi spinge fortemente a dare e fare di più.

Questo blog mi sta trasformando, dicevo. Trovo che fondamentalmente siano due i sintomi evidenti di ciò. Il primo è che parlo con le persone reali, nel mondo reale, in modo differente da prima. Cioè, il tono, la forma, le parole stesse che uso da un po' di tempo a questa parte nel quotidiano assomigliano, stranamente, sempre più a quelle che uso nello scrivere su queste pagine. Non so come ciò sia possibile, ma vi assicuro che a orecchio è così.

Il secondo sintomo, diretta conseguenza del precedente, è al momento fonte di qualche disagio interiore. Mi pare, infatti, che il vero Marco sia molto più quello che scrive questi post o che va commentando in giro gli affari degli altri, che non quello che vive, parla e agisce nella vita di tutti i giorni. Non che quest'ultimo sia un falso o vada abitualmente nascondendosi dietro una maschera, ma quello del blog (per capirci) spesso mi suona più vero... più nudo!

Se c'è uno psicologo fra voi, dica se devo cominciare a preoccuparmi... Mi trovo bene qui e sono felice di esserci. Qualcuno ieri sera ha (ri)visto oppure ricorda il bellissimo film “Risvegli”, con Robin Williams e Robert De Niro? Ecco... io ho appena iniziato a godermi pienamente la mia passeggiata outside e non voglio pensare a se o a quando tornerò ad addormentarmi...

Amo queste pagine e ho iniziato ad amare anche molti di voi!

Commenti

  1. Certissimoooooooo!Il blog trasforma :)
    Bisogna riuscire a sfruttarlo al meglio!!

    Tu ci riesci benissimo.
    L'affetto è ricambiato...non c'è che dire!

    RispondiElimina
  2. Per Guernica:
    Amica mia, non vedo l'ora di poterti rileggere a pieno regime. Mi manca tanto la tua razionalità ricoperta di dolcezza...
    Torna presto e vincitrice!
    Una abbraccio per ogni pagina di libro studiata!!!

    RispondiElimina
  3. Gianluigi12/6/09 14:06

    Mi viene in mente la pubblicità della Algida, dove un ragazzo coomenta delle situazioni un po' troppo "romantiche" e dice ai suoi amici: "Se mi dovessi comportare così, fermatemi!!!"... poi come sempre accade nella vita ( e specialmente nelle faccende di cuore) quando non sei n semplice osservatore esterno dell'evento, ma bensì il diretto protagonista, vieni catapultato in quegli stessi meccanismi che si criticava.
    Bene, caro Marco, giuro che se mi dovessi accorgere che tu iniziassi ad abbandonare la realtà per "rifugiarti" nel finto mondo dei bolg, facebook, massengeer,etc... Bhe, credo che, propio come nella pubblicità, assaggeresti un gran bel diritto sul mento che ti farebbe riprecipitare nella dimensione ultraterrena che ci appartine, nella quotidianità naturale che forma le nostre età.
    Marco, Marco, Marco...
    Se invece, questa esperienza virtuale, riuscisse a rompere quel muro che ti rende imperemabile a ciò che ti circonda e ti aiutasse ad aprirti verso degli amici reali che non hanno nulla da invidiari a che è dietro un monitor...bhe allora sarei molto contento.

    ps...mi scuso perchè scrivo molto di gietto e di pancia, non rileggo mai. Quindi sorry per refusi e poca scorrevelazza e legami nei pensieri...

    RispondiElimina
  4. Per Gianluigi:
    Ciao amico mio! Se il tuo commento fosse piovuto giù dal mondo del web sarebbe stato, molto probabilmente, indolore. Invece, poichè viene da una persona che mi conosce da molto vicino (nonostante la mia - presunta - impermeabilità), quel rimprovero garbato e affettuoso che si cela al suo interno necessita di un approfondimento: pena la permanenza di un malinteso in fatto di amicizia che mi peserebbe non poco. Ma poichè trattasi di una mia vicenda personale che ha pesato e pesa tuttora sulle persone a me fisicamente vicine, sarà il caso di affrontarla de visu. Come si conviene fra amici che hanno la fortuna di potersi frequentare... a differenza (purtroppo in qualche caso) di quanto avviene con quelli del web.
    Perciò... un abbraccio ora e una bella chiacchierata presto!

    PS: non saresti tu senza tutti quei refusi...!

    RispondiElimina
  5. PRESENTE!
    Sono la psicologa....
    Qui c'è da scrivere un commento imbarazzantemente lungo...
    Mi pulsa dentro...lo sento e non riesco a contenerlo...salvo che dovrò ripassare con più lucida serenità....e lo farò presto...
    per due motivi...primo perchè ieri ho litigato con il mondo...(vedi un pò come calza a pennello il mio commento al tuo precedente post)
    Secondo...perchè ho mal d'orecchio!!!!!!
    Che palle!
    E la febbre...quindi...mi riservo di lasciarti la tesi/papiro molto presto.
    Devo assolutamente dirti un bel pò di cose in merito!!!!
    Intanto ti abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Per dark:
    Mi diapiace da morire che tu stia male, per l'uno e l'altro motivo... E a questo proposito, poichè sto cercando di fare del mio meglio nel commentare il tuo ultimo bellissimo post... NON DISTURBARE!!! ;)
    A dopo, dolce dark!

    RispondiElimina
  7. Hai toccato un punto davvero interessante, Marcus.
    Infatti, penso che con tutto quel che si può dire (anche di negativo) contro la comunicazione virtuale, io invece la sto valutando-rivalutando molto.
    Mi pare infatti che il blog permetta degli scambi di opinioni su argomenti che di solito la gente "reale" trova insopporttabili, noiosi ecc.
    Ma poi, quanto è reale la gente "reale"? Sono reali certi medici o avvocati che parlano per formule memorizzate nei suoi annetti d'università?
    E' reale la gattina, è reale il palestrato?
    P.s.: domanda "a margine." Ti risulta che Chiodi, pres. Abruzzo abbia dichiarato che le notizie su eventuali infiltrazioni mafiose nella sua regione fanno solo "vendere copie ai giornali"?
    Sarà in buona fede, ma potresti fornirmi "estremi" (Ansa o simili?)
    Ciao!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. ERRATA CORRIGE: nei LORO annetti

    RispondiElimina
  10. Ecco un post che avrei voluto scrivere ma che non sono stato capace di fare. Io cerco di usare il blog per un colloquio virtuale, anche se non continuo, con i blogger amici usando parole che fatico ad usare al contrario di quello che tu sai fare benissimo.

    RispondiElimina
  11. Per riccardo uccheddu:
    Già, condivido appieno il tuo interrogativo sulla gente reale e gli esempi da te portati calzano alla perfezione! Tante belle maschere, tra l'altro pronte sempre a sentirsi un gradino più su del resto del mondo...

    Per la domanda a margine, ho travato un blog che ne riporta dei virgolettati qui. E una dichiarazione di Chiodi riportata da un'Ansa del 16 aprile scorso nella quale però non ho trovato proprio quelle parole, ma le seguenti: "L'Abruzzo non è mafioso. Va bene la task force e altre iniziative simili, io sono contento perchè noi vogliamo essere protetti da queste possibili infiltrazioni mafiose, ma voglio che sia chiaro che oggi non c'è nulla: è sbagliata l'equazione Abruzzo uguale mafia. Io non ho niente contro il procuratore dell'Aquila e auspico che faccia il suo lavoro rapidamente e che più in fretta possibile accerti la verità. Dico soltanto che questo si può fare anche con una minore esposizione mediatica".
    Fammi sapere se vuoi che cerchi altro. Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  12. "Maschere", dici benissimo!
    Grazie poi per le informazioni. Soprattutto con questi chiari di luna, bisogna stare attenti a pesare ogni sillaba...
    Ma se vogliono intimidirci, riescono solo a farci documentare meglio (sebbene possiamo sembrare meno combattivi) ed attenti alle loro "birichinate".
    Ricambio l'abbraccio.
    Ciao!

    RispondiElimina
  13. Per il monticiano:
    Caro Aldo, io ho avuto la fortuna di sperimentare, anche se non sempre con continuità e soltanto da poco tempo, le corde che tu sai toccare quando metti mano alla tastiera. E non solo per scrivere sul blog, come sappiamo bene. Quindi... altro che "parole che fatico ad usare"...! Sei una penna degnissima e soprattutto umanissima, che sa rendere il vero e arrivare al cuore di chi legge. E, come ti scrissi una volta, la cui prosa profuma di pane fresco...
    Ti abbraccio, Aldissimo!

    RispondiElimina
  14. Per riccardo uccheddu:
    Oddio, riccardo... Spero proprio di non aver bucato la notizia che ricercavi... Però non si sa mai... Sperem ben!

    RispondiElimina
  15. Io non sono una psicologa ma so cosa intendi. Come te lavoro davanti ad un pc, ma a casa passo molto del mio tempo qui a parlare o leggere gli altrui pensieri. Il mio bisogno di scrivere del mio io interiore è nato dalla solitudine e malattia. Solitudine interiore, anche se circondata da una famiglia che mi vuole bene, per una malattia che mi ha molto condizionata la vita sociale, forse anche per il fatto di vivere in un paesino di campagna della bassa veronese. Ritornando al tuo cambiamento, è lo stesso che io ho ogni volta che mi immergo nel mio angolo virtuale, dove libero l'anima e metto in ascolto il cuore, alla ricerca di altri cuori veri e sinceri.
    Qui sei solamente te stesso...
    Buona serata. ;)

    RispondiElimina
  16. Per Sab73:
    Che belle le tue parole... Semplici e dolcissime... Mi hai colpito molto, davvero! E per un attimo mi hai fatto provare imbarazzo per l'abuso che spesso si fa (e faccio anch'io, tranne che per quest'ultimo periodo) del termine sofferenza. Ti chiedo scusa per questo.
    Grazie per essere passata a trovarmi: spero tornerai spesso. Intanto, faccio volentieri un tuffo da te, prima di volare al mio solito treno.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Non devi chiedermi scusa per niente. Non era un rimprovero il mio, ma un "raccontarmi" per capire che oltre a te, ci sono altri che usano il virtuale per ascoltarsi.
    Quindi secondo me fai bene, ovvio non esagerare, altrimenti ti arriva "un bel diritto" del tuo amico Gianluigi, e non vorrei essere nei tuoi panni! ^_^
    Scherzo naturalmente!

    RispondiElimina
  18. Già... anche perchè non hai idea della sua corporatura...!!! eheheh

    RispondiElimina
  19. o_o
    Ti ho portato la psicologa...dò a lei la parola....

    All'interno di ognuno di noi, vigila una forma latente incubata di essenza che vive come ricoperta da strati che fanno da filtro a tutto quello che esterniamo.Ogni strato porta con sè un linguaggio adeguato ad ogni circostanza e ad ogni contesto, con il quale ci relazioniamo.Ma quello più intimo e pure quello più vero, "reale" è tanto investito dalla quotidianità frenetica e dalla custodia che noi abbiamo di questo, da non essere presente e trasparente, non chè diretto a tutto il mondo circostante.Dimora nel sub-strato, nel cuore di questa sorta di nucleo(se vogliamo dare un immagine simbolica all'io, possiamo pensare ad un bocciolo di rosa chiuso in sè, dove i petali ne sono i nostri strati)
    Ciò che accade quando ci relazioniamo con le persone, include, in automatico, lo sfogliare le difese e gli strati, esprimendoci con i linguaggi criptici che consentono "un vedo non vedo" al nostro interlocutore lasciando intendere, ma non facendo capire a dovere, chi siamo, a chi ci ascolta. Quindi, le basi sono due.
    A-Strati-autodifesa.
    B-Chiave di comunicazione-linguaggi.

    Qual'è il risultato di tutto questo?
    Non solo non essere allenati a comunicare chi siamo con profondità, che comunque va precedentemente appurata, studiata,conosciuta in sè e rilevata, ma soprattutto al non essere percepiti e compresi come siamo realmente.
    A questo va aggiunto...che meno ci tiriamo fuori,meno gli altri capiscono,e meno gli altri ci conoscono, più ci si allontana dall'essere stimolati al farci capire.
    Fino al punto di smettere quasi di parlare e confrontarci.
    Tutto questo per dirti che quando scriviamo qui, lo facciamo partendo dal cuore del bocciolo, senza essere disturbati dal rumore degli strati (petali) che come allarmi, accorrono a nasconderci per proteggerci appena avvertono che stiamo parlando.
    Se a questo aggiungi il fatto che il blog è un luogo intimo "condiviso"...come un foglio bianco sul quale gettiamo dei pensieri...ai quali "il foglio bianco" risponde, interagisce e ci approfondisce, capirai bene che in breve rivaluti il mezzo e ne diviene la tua stanza privata..nella quale rifugiare tutto ciò che non emerge e non può sempre emergere nella quotidianità.
    Ma quell'intimo....il cuore del bocciolo...non siamo altro che i veri noi!!!! Noi siamo quello che esiste lì dentro.
    E chi non desidera condividere questa sostanza/essenza con nuda limpidità???? Non è forse questo che determina o meno la solitudine dell'essere umano? quella dell'anima?Il non essere sempre visti,capiti e svelati con rispetto ed incondizionata accettazione? (qui chi non condivide...cambia canale! e basta) Bene..quando questo "io" si comincia a sviscerare in un blog, facendo piccoli passi alla volta, sino a prenderci confidenza...in realtà non abbiamo fatto altro che prendere confidenza, conoscere e guardare in faccia noi stessi...
    Dopo un pò...ci si rende conto che in noi è mutato qualcosa....e tutto ciò che hai descritto tu...
    Ma sai cos'è accaduto davvero?
    Ci siamo allenati non solo a guardarci dentro,avendo attivato un percorso preciso ed ormai spontaneo, ma soprattutto, abbiamo acquisito il linguaggio adeguato a definire e chiamare con il loro nome tutto ciò che proviamo, sentiamo....dalle emozioni ai più futili pensieri...
    Questo, tra l'altro,ha indebolito gli strati...e rafforzato il cuore!!!

    RispondiElimina
  20. Anche io ho fatto questo percorso...e non smetto....
    Adesso..quando ho qualcosa da urlare..(oltre che a parlarne con chi mi è vicino) vengo a scrivere qui, certa di potermi confrontare ed arricchire con persone che hanno con garbata attenzione, tanta intelligenza e altrettanto da dire....e questo nella realtà non è sempre e non è sempre immediato!
    Ma la gente non ci aspetta mica...

    Ciò che fai per lavoro, non ti da lo spazio per parlare da un punto di vista personale intimo...ma di relazionarti con "relativismi" che accentuano una realtà che sta outside e non inside! Ecco la differenza.

    Detto tutto questo ambaradam (avendo battuto,credo il record)
    ti aggiungo solo che non ti devi per nulla preoccupare...qui stai guarendo, non ti stai ammalando!
    L'importante è saper usare questo mezzo con cautela, come ogni cosa...cercando sempre di concepirlo come un pensatoio e non come altro...lasciando sempre un unico strato....che poi è l'icona del box dei lettori! Non scordiamo solo questo.

    In ultimo...Caro Marco-us....c'è da dire, che non tutti sono come te, e come altri pochi, così interessanti da confrontarti con piacere e lucido rispetto ed affetto..quindi se il mezzo t'ha preso..vuol dire che hai un riscontro importante che devi solo a te stesso!!!!!


    ma secondo te...sono stata chiara?
    oggi proprio sto fusa...
    E soprattutto...hai capito ciò che sto cercando di trasmetterti attraverso questo papiro?
    E poi...ti sei accorto che i papiri li lascio solo a te!!!!!!
    E forse sporadicamente a pochi altri...
    Ecco.
    Io sarò prolissa....ma non fino a questo punto, quindi se ti lascio papiri, chiediti cosa anche dai tu a questo blog ed a tutti noi che ti seguiamo con affetto e stima!!!!

    Ti voglio bene si può dire di nuovo?
    Ecco l'ho detto tanto.
    ^_^
    Ho finito i saluti affettuosi di abbracci e baci....
    Ormai ti ho inviato di tutto.
    mò come lo chiudo sto commento?
    Ahhh...si...va bene ciao?
    Oppure bye-bye!


    PS: io non l'ho capito il tuo ultimo ps al mio ps.....-_-.
    Dici che è l'orecchio incerottato di cotone e antibiotico?

    RispondiElimina
  21. cioè...ho dovuto dividere in due il commento per "limiti di caratteri"

    uahauahauahauahau non ci posso credere.....

    RispondiElimina
  22. complimenti per il post, bellissimo!!!! Infatti il blog trasforma!! Soprattutto trasforma il fatto che ci siano lettori che ti leggono e te li trovi nei forum a commentare cosa scrivi :):) io mi diverto tantissimo quando c'è il burraco e tutti mi chiedono le foto e l'indirizzo per vedersi :) ...

    RispondiElimina
  23. che poi incredibile.. 21 commenti!!! Ma possibile che solo io ho lettori silenziosi?:(

    RispondiElimina
  24. ciao Marcus io non sono una psicologa, ma ti capisco benissimo. Il Blog è un mezzo per scambiare opinioni, trovare persone a te affini, e dire con i modi che ti sono più consoni quello che senti. C'è una libertà di fondo ma anche per me è diventato un appuntamento con degli amici virtuali.

    RispondiElimina
  25. Porca vacca è il blog coi commenti più lunghi del mondo sto qua!
    :)
    Io dico che se il Marco che leggi qua ti piace, beh allora non farti troppe domande e sorridi.
    E occhio perchè se il Marco vero diventa tipo quello del blog poi quello del blog cambia e potrebbe virare al peggio. Ora mi sono perso nelle mie stesse parole. Però un po' anch'io mi sento come te.

    RispondiElimina
  26. Per dark:
    O H M Y G O D ! ! !
    Sei sicura di aver portato la psicologa e che lei non abbia portato te, invece, come consulente? E io cosa dovrei fare dinanzi a... come definirla... boh? Mancano le parole! Come vuoi definire chi ti lascia un commento così...?
    Dark... tu mi stai viziando e io poi ci prendo gusto, per non dire che mi attacchi una malattia (e che bella malattia!): guarda che poi vengo a scatenare una pandemia dalle parti tue! Proverò a mettere in parole quel che hai smosso dentro di me...
    - L'esempio della rosa mi pare molto calzante, oltre che romantico e gentile...
    - Come puoi vedere dal mio profilo completo, l'ultimo mio petalo è anch'esso decisamente trasparente: non credo di dover temere qualcosa a mettere per intero nome e cognome... Beh, oddio... ora che ci penso, forse qualcuno lì dove lavoro potrebbe avere a che ridire... appena appena qualcosina...
    - Trovo perfetta (davvero complimenti!) la definizione di blog come "intimo condiviso"!
    - Già soltanto per quel che mi ha aiutato a superare nelle ultime settimane, amo questo strumento!
    Sì, hai davvero battuto il record di lunghezza. Ma sappi che la minaccia di farti fuori dal box sostenitori rimane più valida che mai! E, a giudicare dal tuo exploit di oggi, direi che ti fa veramente paura...!
    - Sei stata più che chiara, nonostante il tuo malessere (...povera!). E la faccenda dei papiri mi ha strapazzato da matti!
    - Tutto quello che mi mandi, infine, in termini di bene/baci/abbracci/parole/ringraziamenti/complimenti/stima/affetto/... sappi che è TOTALMENTE RICAMBIATO!

    Sei un essere di luce, travolgente e stravolgente! Non sarebbero la stessa cosa queste pagine senza di te! Te lo giuro...

    Riposa, mia adorabile creatura!

    RispondiElimina
  27. Per arrgianf:
    Carissimo! Rieccoti, finalmente! Mi fa sempre piacere leggerti. Sì, siamo un po' cresciuti qui dentro... Ma non dimentico chi è stato fra i primi a scambiare continui e cordiali commenti!
    Grazie per il complimento.
    Un abbraccio forte!

    Per la Signora:
    Sei sempre di una lucidità impareggiabile. Come il tuo blog: pulito, conciso, diretto. E soprattutto molto impegnato!
    A presto!

    Per NikkoHell:
    Benvenuto in questo angolo di logorroici! eheheh
    Penso che se continuavi un altro po', finivo avviluppato sulla sedia girevole per seguirti...
    Grazie di essere passato: spero tornerai ad affacciarti!
    Ti vengo a trovare. A presto!

    RispondiElimina
  28. Visto che sei a zonzo ti lascio il bacio della buonanotte... e spero di trovarti presto tra i miei lettori e commentatori.
    Kiss...

    RispondiElimina
  29. Come vedi, Sab... detto fatto!
    Buonanotte anche a te!

    RispondiElimina
  30. Visto e risposto... però ora o spengo o mi dovrai cacciare a letto tu stesso! Quindi dolci sogni e a domani con un risveglio baciato dal sole.

    RispondiElimina
  31. Ti svelo un segreto....
    Io e la psicologa ci portiamo a vicenda...si chiama "sdoppiamento della personalità"
    A volte prevalica la paziente, altre volte prevalica la psicologa....
    E' dura quando vanno in collisione tra loro...lì è proprio da paura!!!
    Prima di uscirne fuori possono passare anche anni!

    Io...invece cosa dovrei rispondere dinnanzi alla tua risposta?
    Mi è pure partito il cotone dall'orecchio!!!
    Ma davvero...non ho parole....
    Io ti ringrazio infinitamente...
    ma non voglio che ti ammali...nè che scateni tutte quelle cose lì preoccupanti...

    Ascolta....
    Eh no! Eh no! Caro Marcus...respira, ispira, respira....
    Non mi cadere nella turbolenza del bocciolo!!!!
    Non ti prendere nessuna malattia!!!!
    Almeno tu in questo web "variopinto" non mi cedere, resta saldo!

    E sono daccordo...restiamo anonimi...
    altrimenti la libertà va a vivere lì....da "tre quarti della palazzina tua"....e caput!
    Lusingatissima.
    davvero grazie.
    Ma non ho detto nulla di pazzesco,credimi.
    ^_____^
    Notte!

    RispondiElimina
  32. Caro Marcus, porto la mia esperienza perchè solo quando si prova una cosa se ne può parlare con cognizione di causa...Il mio primo blog è stato quello di cucina, la mia passione sfegatata......Scrivere è sempre stata una specie di vocazione, mia mamma mi ripeteva e ogni tanto quando mi lamento, mi ripete tutt'ora che io ho sbagliato scuola, non dovevo fare Geometri, ma avrei dovuto fare il Classico, e darmi a un lavoro in ambito umanistico....non posso darle torto, in cinque anni di superiori, in Italiano non scendevo mai sotto l'8...e alla maturità fui l'unica in tutta la classe a prendere 10 nel tema e a ricevere i complimenti della presidente di commissione (docente di Italiano) prof esterna....A parte questa divagazione, il concetto da esprimere è che dopo due mesi di ricette, non so perchè, ma è scaturita in me la necessità di andare oltre, così un giorno ho dato sfogo a questa necessità, aprendo il mio secondo blog, quello che tu segui...Scrivere per me fa parte dell'arte...è un modo di espressione...c'è chi dipinge (io nel tempo libero dipingo, l'ho sempre fatto, da bambina non giocavo con le bambole, ma disegnavo, fin dai due tre anni...mia mamma ne è testimone....)c'è chi scrive....Tu per lavoro hai scelto di scrivere....è la materializzazione di una vocazione....per lavoro bisogna mantenere un'impostazione che di riflesso ci porta a parlare e ad essere impostati....poi questa passione travolgente la sfruttiamo a nostro vantaggio, e scriviamo per noi stessi, materializzando i nostri pensieri, i nostri credo, i nostri valori....se poi li rendiamo pubblici, se condividiamo con altri il nostro pensiero, allora c'è uno scambio, l'impostazione maturata a lavoro va piano piano scemando, perchè con lo scambio di opinioni abbiamo la consapevolezza che si può essere noi stessi anche essendo professionali, anzi, essere noi stessi ci fa rendere di più sul lavoro....allora ben venga il Marcus virtuale trasposto nel mondo reale!! Il blog è un'immagine di noi stessi: personalmente trovo più facile scrivere che dire a voce, e il blog dà la possibilità di fare proprio questo. Per timore a volte ci nascondiamo dietro a un falso noi, è una forma di auto conservazione, ci difendiamo da ciò che potrebbe svelarci troppo agli altri forse, per paura di non essere accettati, perchè il mondo oggi ci richiede di essere in una maniera in cui molti non si riconoscono, e per non essere scalzati fuori ci si adegua...un disagio interiore che si accumula, accumula ma poi per forza esplode....ed ecco il blog....la valvola di sfogo....qui nessuno ci può dire come dobbiamo essere, cosa dobbiamo dire, come dobbiamo lavorare che impostazione dobbiamo tenere: qui noi siamo noi..tu sei te stesso. Ovvio, come detto prima, nel tuo blog avvengono scambi di pensiero con "amici" virtuali, a volte anche reali, ma molti "veri" nonostante non materiali, e siccome Seneca aveva ragione quando disse "L'uomo è un animale sociale. Le persone non sono fatte per vivere da sole", allora scopriamo che non siamo soli, molti sono come noi, e il cambiamento, in meglio, è inevitabile, ci si lega al nostro "alterego" tanto da autopsicanalizzarsi e capire che noi siamo lui: tu sei Marcus, il vero te stesso è Marcus, così che smetti l'essere impostato e porti nel mondo reale ciò che sei in quello virtuale. Questo è bellissimo perchè significa che hai preso consapevolezza di te.
    L'amicizia è un valore importante, molti sottovalutano l'amicizia, io dico sempre che molti cercano di fare grandi cose per dimostrarsi amici, ma in realtà pochi sanno che essere amici di qualcuno, amici veri, incondizionati, è già una grande cosa!!!
    Dai, Marcus, è iniziato un nuovo momento per te, goditelo fino in fondo, essere se stessi è una cosa meravigliosa, siamo unici, e questo ci rende speciali!!
    Debora

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Ciao Marcus...l'onda anomala è in ritirata.
    Ma ti lascio un bacio immenso. grazie, per le belle parole e per la forza che mi hai trasmesso.
    Forse ognuno di noi ha qualcosa che lo tormenta dentro...ma insieme ci possiamo dare coraggio. Vivere non è facile , ma in compagnia si sopporta tutto meglio.
    Io ci sono...

    Anche a me il blog sta aiutando...we se qualcuno si annoia, che si fotta:)

    RispondiElimina
  35. Sto seguendo questo tuo post in punta di piedi, per poi uscire e rimandare il mio intervento.
    Davvero intereressante la tua analisi e la tua domanda, ma è il bolg che ti sta trasformando o sei tu che ti stai evolvendo e stai trasformando il tuo blog? Trovo che nel tuo esporre i post e i tuoi pensieri ci sia un "qualcosa di più" rispetto all'inizio, forse sta crescendo la volontà di aprirsi attraverso il blog, forse è un modo per capire dov'è e se c'è la "maschera" e se risiede nella realtà o invece nel virtuale. Tutti abbiamo una buona collezione di maschere e costumi da indossare per le varie circostanze, alcune sono di protezione, altre sono più strane e sconosciute persino a noi stessi. Alcune sono innocue e altre terribilmente maledette e vigliacche perchè feriscono i sentimenti altrui senza scrupoli.
    Bisogna sempre riconoscere la natura di ogni maschera e avere il coraggio di toglierla al momento opportuno per non rimanere schiavi del suo gioco, ma questo vale per il mondo virtuale e per quello reale, con la differenza che nell'ultimo casosi possono avere più elementi di valutazione e di riscontro.
    Nel virtuale tutto(almeno nei primi tempi)sembra un sogno, tutto è come mai avremo pensato, le persone sono sempre pronte a sostenerti e gratificarti...poi scopri che non tutto quello che luccica è oro e che la realtà è meno falsa di quanto sembrava!
    Un caro saluto
    Miriam

    RispondiElimina
  36. infatti sto vedendo che i primi li ho portati io e poi a sua volta hanno portato altri e poi e poi ... e qui sembra ci sia una festa!! :) 35 sono ottimi, non sono ancora i 100 che fa Guernica ma non sono male ! :)

    RispondiElimina
  37. Le parole sono un'arma potente,per il suono che sprigionano e gli effetti che producono sulle persone.
    La loro potenza è pari all'onesta intellettuale di chi le scrive e alla coscienza critica di chi le legge.
    Ti aiutano ad essere te stesso,a riscoprire te stesso,a ritrovarti,a conoscerti per la prima volta.
    Con le parole ti presenti a te stesso prima che agli altri e,a volte,il filtro materiale di uno schermo,può aiutare a superare le sovrastrutture becere del formalismo e delle etichette che ci ritroviamo appiccicate addosso tutti i giorni nella "vita reale".
    Tutto quello che scrivi è uno squarcio di te che parla di te in maniera autentica e autenticamente profonda.
    Felice di leggerti.


    Un sorriso.Antonia.

    RispondiElimina
  38. Cucù... ^_^ buona nottata... però stasera è sabato e sarai sicuramente a divertirti.
    Volevo lasciarti ugualmente il bacio della buonanotte e un sorriso.

    RispondiElimina
  39. Ciao Marcus...solo un saluto.

    RispondiElimina
  40. Heylà!!!
    ^_^

    Buona settimana Marcus!

    RispondiElimina
  41. Per Debora e Nicole:
    Rientro solo ora, guardo i commenti e vi ritrovo entrambe qui. Al di là delle parole, sono felice per entrambe. Vuol dire che davvero la tempesta sta passando o è passata e così l'onda anomala. Leggervi di nuovo qui e sapervi presenti è bellissimo. Sì, ci sono anch'io. Stiamo tutti tornando piano piano!
    Vi abbraccio fonrte!!!

    RispondiElimina
  42. Per Miriam:
    Sei tornata dopo tanto tempo e lo apprezzo molto. Leggo parole dure contro la stupidità e il malanimo nel tuo commento: sono ferite che è arduo rimarginare facilmente e che lasciano un'amarezza profonda. E l'ho avvertita tutta nelle tue parole, così come si avverte il tradimento e la delusione.
    Mi sento solo di dirti qualcosa che comunque sai: e cioè un invito a non generalizzare. Non è detto che quel che è accaduto debba accadere ogni volta e non è detto che le persone (come le situazioni)siano tutte uguali.
    A presto, amica mia!

    RispondiElimina
  43. Per Antonia:
    Sai, anch'io sono stato molto felice di leggere il tuo post sui sogni da bambino e i sogni da adulto. Felice di leggerti è un conplimento bellissimi, cara Antonia, di cui ti ringrazio, ma che ti rigiro assolutamente convinto.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  44. Per Sab 73 - Nicole - Guernica:
    A distanza di un giorno o di qualche ora dal vostro ultimo passaggio... buonanotte! E che sia davvero tale. Da domani una nuova settimana ci attende tutti: al lavoro, in famiglia, a casa e... anche sui nostri blog! Trovo che sia un buon motivo per rimettersi in moto, no?
    Un bacio triplo!!!

    RispondiElimina
  45. Non lasciando spesso commenti si dà l'impressione di essere andati via o di trascurare o non gradire le parole che vengono lette nel blog, ma almeno per me non è così. Nel frattempo seguo i blog come il tuo ,dove trovo spesso spunti interessanti per riflettere. Semplicemente sto rivalutando il modo di seguire ed esserci in generale nei vari blog amici,con un commento o una traccia, lo faccio solo quando lo sento veramente e soprattutto con grande senso di libertà. Ho capito che talvolta è bene frenare l'entusiasmo e valutare meglio tante cose se non si vuol cadere in brutte trappole!
    Forse è vero, scrivere e tenere "in piedi" un blog aiuta a capire meglio se stessi, colma alcuni vupti, sviscera molti lati del nostro intricato "Io", ci mostra molti aspetti di noi stessi e ce li svela attraverso uno specchio che ci rimanda la nostra immagine interiore, prima sconosciuta persino a noi stessi, ci interroga sui vari perchè/percome del nostro percepire sensazioni che sanno di emozioni e di amicizia. All'inizio ci si cerca e ci si scrive quasi come per ricercare situazioni reali in un mondo invece virtuale, come la solidarietà e la comunanza di ideali, si cercano similitudini caratteriali, ci si confronta e si raccontano i vari interessi.
    Ma per chi è inesperto e ingenuo non sa che si nascondono anche tante brutte maschere che giocano con i sentimenti delle persone.
    Scrivo per rispondere al tuo commento ma anche per darmi in prima persona, io stessa altre risposte a quelle già trovate e toccate con mano. Per abitudine e per convinzione non generalizzo, è una cosa che non faccio, sia per le situazioni spiacevoli che per quelle piacevoli .
    Per fortuna siamo tutti diversi, come tanti sassolini di mare...e che il tempo leviga e smussa i lati più spigolosi e duri, talvolta ci rende migliori altre volte questo processo è più lungo e difficile, ma prima o poi qualcosa di noi si trasforma!
    Un caro saluto e un abbraccio
    Miriam

    RispondiElimina
  46. @Miriam...
    "Ma per chi è inesperto e ingenuo non sa che si nascondono anche tante brutte maschere che giocano con i sentimenti delle persone."

    cara Miriam...scusa Marcus se intervengo qui...
    Dicevo...cara amica...
    L'essere inesperti ed ingenui scaturisce da tante situazioni personali che esulano da un blog...
    E' vero che in rete si può credere o dare fiducia a qualcuno di non proprio affidabile o a qualcun altro che si finge amico/a e che poi in realtà alla prima occasione, o scompare o tradisce....
    Ma...credo che questo capiti anche nella realtà... come capiti tutto il resto. Ti parla una che usa l'armatura con la propria stessa ombra...io (purtroppo forse) non riesco a perdere di vista tutta la diffidenza ed i tunnell/fregature che può dare un rapporto virtuale...come quello reale.Forse perchè non possiamo,qui,guardarci negli occhi, leggere i nostri atteggiamenti...vedere le nostre reali fattezze e sentirne gli odori (cosa molto importante per me) E credo anche che questo mezzo va utilizzato con una certa cautela proprio per questo...per cautela intendo "distacco" emotivo, pur condividendosi..almeno finchè il tempo non da ragione e consolida rapporti che diventano veri(e questo accade,credimi).
    Altrimenti...rischiamo di cadere nella chiusura e nell'illusione del virtuale....e se questo accade....bè...credo che noi ne siamo gli unici responsabili...
    Detto ciò....
    ti dico anche che non è tutto negativo,non è tutto falso,non è tutto pronto a farci male...e non sono tutti inaffidabili e squilibrati...
    Io ho avuto anche la fortuna...scegliendo con intelligenza e cautela, d'incontrare persone per bene con la quale è nata una sincera amicizia...(cosa che non avrei mai immaginato, ma neanche lontanamente nè di trovare,nè di cercare)anche perchè di base non cerco nulla..ma proprio per niente...quindi se capita....di trovare qualche anima amica, questo mezzo può anche restituire benefici e non solo malefici.
    Ti dico questo, solo perchè anche io come Marcus, ho letto tanta rabbia e malinconia nel tuo commento....e dato che io a te ci tengo davvero...(cioè..da quando ci conosciamo io e te ormai? io non dimentico nessun nostro scambio)mi sono permessa, e perdonami se ho fatto una cosa sgradita, dicendoti queste cose.
    Siamo virtuali...ma chi scrive qua dietro è gente in carne ed ossa...non è che non esistiamo...e qui,siamo veri!!! Poi...gli infami, i falsi etc...che sono ovunque....prima o poi...vengono fuori,come tutto e tutti!!!!
    sai come si dice?
    cavallo buono si vede a lunga corsa....
    Ecco.
    A proposito io sono un buon cavallo?
    uahauahauahaauahauaauauaua
    scusa era per sdrammatizzare...
    Miriam...ti voglio bene davvero...
    credici...(tanto anche se non ci credi è la verità,mica cambia!)
    Un bacio.


    @Marcus....
    scusa...quanto ti devo d'affitto per questo commento diretto a Miriam e non a te?
    iihihiiihihih

    data l'ora...una buona giornata!

    RispondiElimina
  47. L'ho visto diverse volte...meraviglioso! Ma non so se sia effettivamente un bene risvegliarsi!

    RispondiElimina
  48. Sugli ultimi commenti di Miriam e dark:
    Una rivalutazione - così come un ripensamento, un ritorno e tante altre cose ri - implicano necessariamente un percorso compiuto o un'analisi fatta. E non intendo discutere ASSOLUTAMENTE nè l'ipotesi di partenza, nè il suo punto di arrivo, nè tanto meno le motivazioni che l'hanno prodotta. Ognuno sa chi è, conosce il porprio modo di agire e di operare e, di conseguenza, si adopera e si attrezza sempre per il meglio. E non ha nessuna importanza quel che chiunque altro possa pensare/giudicare di ciò: non sta a nessuno pensare/giudicare motivazioni, paure, cautele, necessità o la semplice manifestazione della volontà che possa portare all'adozione di determinati rivalutazioni, ripensamenti, ritorni, riecc. ecc.

    "Ognuno ha la sua storia,
    tante facce nella memoria,
    tanto di tutto, tanto di niente,
    le parole di tanta gente".
    Così cantava Gabriella Ferri in una delle sue poesie diventate canzoni. E di fronte a tanta saggezza non si può non chinare il capo.
    Personalmente, ritengo giusta la considerazione fatta da dark a proposito del fatto che i pericoli del virtuale sono, in fondo, gli stessi del reale: cambiano le modalità, ma i furbi e gli ingenui li si trova in entrambe i mondi. Detto questo, però, non posso io per primo (che ho intitolato queste pagine proprio ai relativismi, che ho fatto e rifatto in 45 anni le mie rivalutazioni, ripensamenti, ritorni ecc.ecc.) non voglio e non posso proprio io mettermi a sindacare quelle altrui. Anche solo argomentando di obiezioni che a me paiono obiettive e muovendole in maniera stra-garbata come ha fatto dark, riterrei me stesso in fuorigioco. Probabilmente perchè le persone a cui mi rivolgo qui, nonostante il forte e sincero coinvolgimento in termini di affetto che mi muove verso di loro, sono obiettivamente new entry nella mia vita, del tutto sconosciute se guardo a un mesetto o due all'indietro.

    Io non lo so se è bene o meno, se è giusto o meno, anteporre a noi stessi una "corazza" fatta di cautele e anonimi... Oppure se è bene "frenare l'entusiasmo e valutare meglio tante cose" per non rischiare di cadere in brutte trappole... So però che ognuno è giusto che sia e si comporti come meglio creda, prima di tutto per rispetto a se stesso e al bagaglio di esperienze che ha messo da parte.
    Quindi non me ne voglia nessuno se, per coerenza e in barba alle cautele (che non sono poche anche solo a considerare il mio lavoro...), lascerò nome e cognome reali nel mio profilo e mi lascerò coinvolgere emotivamente dalla lettura degli scritti altrui, dal loro entusiasmo, dalla voglia di esprimere loro la mia gioia o il mio disappunto caricandoli di quel vigore che il senso di amicizia che sentirò di provare per loro mi farà fare. E se sentirò di abbandonare anche l'ultimo strato di cautela se e quando vorrò raccontare di me anche il non raccontabile (come ho ritenuto di fare, per esempio, ultimamente non rivelando alcunchè dei particolari del brutto momento vissuto).
    Sarò così fino a quando riterrò giusto farlo.

    Grazie, Miriam e dark, per aver permesso con i vostri commenti di esser più chiaro su me stesso.
    Vi voglio bene e, credetemi, ve lo dico con la sincerità più primitiva che potrei provare!

    RispondiElimina
  49. Per Roberta:
    Lo è, lo è, amica mia! Per il semplice motivo che non vorrei mai perdermi l'emozione di sapere com'è e morire con il rimpianto dentro di non averlo fatto.
    Ti bacio!

    RispondiElimina
  50. Per Miriam:
    Perdonami, Miriam, se vado come si dice off topic, ma non vorrei ci fossero problemi di natura tecnica sul tuo blog. Dovrei aver lasciato due o tre commenti ultimamente, ma non li ho visti comparire... Uno certamente di ieri sera sul tardi.
    Te lo scrivo qui da me, casomai ripassassi, così son sicuro che ti arrivi almeno questa nota di servizio.
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  51. Con gli stimoli giusti trovo sempre buoni motivi per mettermi in moto caro amico!
    Uno di questi stimoli è certamente il commento che hai lasciato da me.
    Grazie.
    Mai parola migliore fu creata.
    La utilizziamo poco.Mi sono ripromessa di sfruttarla spesso, in questo mondo nettamente ingrato.
    Mi accorgo di quanto l'incoraggiamento da parte di certe persone sia importante.
    Certe persone sviste e non viste che riescono a raggiungere i vertici della mia piramide affettiva, in un modo che mi sorprende piacevolmente.
    Ma che mi lascia rintontita...a chidermi com'è possibile.

    buona settimana!

    RispondiElimina
  52. Per Guernica:
    Lieto di essere una di queste "certe persone"...
    SMACK!!!

    RispondiElimina
  53. Marcus....ehi...ehi.....ehi....
    frena!!!!
    Qui ci vuole troppo...
    Respira,ispira,respira....
    Ascolta....
    Il discorso estremamente generico e lontano che ho affrontato con Miriam
    è nato in risposta ad una percezione molto personale di quello che è il suo commento.
    Staccandomi assolutamente dal ruolo di blogger,pur rimanendo dentro il discorso,affrontando l'argomento con un occhio più staccato,freddo,razionale ed obbiettivo...con una sincerità assoluta e trasparente.
    (scusa ma non so fingere,altrimenti sto muta)
    Io credo che ognuno ha le sue realtà e per natura, tendo a NON sottovalutare,minimizzare,non considerare ed a perdere di vista chi ho davanti. Questo è uno dei motivi che mi portano a volte ad impazzire seguendo tutti qui e nella vita.Pensavo che fosse chiaro.
    Cioè,per farti un esempio...se io vengo qui...e mi rivolgo a te,lo faccio con un linguaggio nostro,basato su chi sei tu e su quello che pian piano ho conosciuto di te e costruito con te.
    Lo stesso lo faccio con Miriam etc....Ogni persona è un mondo ed io ci entro in punta di piedi senza trascurare A-che sono ospite...B-chi è quel mondo(così come l'ho percepito).
    Quindi il mio discorso è nato basandomi su ciò che istintivamente ho estrapolato manco da Miriam...dal suo commento.

    Ricorda anche che io sono donna...ed il nostro universo,quello delle donne e le nostre cautele sono diverse...e non hanno nulla a che fare con lo svelare il nome e cognome.
    Mi capisci?
    Io sono un mondo pure e se ho scritto quelle cose,l'ho fatto
    attingendo anche io da esperienze personali...positive e negative.

    Tutto quello esula da ciò che io ti ho scritto precedentemente!!!!!!!!!
    mannaggia alla pupazza....
    Quello lo sottoscrivo milioni di volte e ti assicuro che io sono così me stessa e lasciata andare..qui nel blog che se non fosse così,di certo non stavo ore tra i blogger a lasciare i commenti (dialoghi) che lascio.
    Quindi....non ci sono nè passi indietro e nè ripensamenti per ciò che mi riguarda!

    "Ognuno ha la sua storia,
    tante facce nella memoria,
    tanto di tutto, tanto di niente,
    le parole di tanta gente"

    Ecco...ed io ho le mie...
    Non c'è giudizio (io poi??????0_0) non c'è sindacare...non c'è nulla di nulla....non lo faccio per natura nella realtà,figuriamoci in un blog.
    io ho espresso un opinione che se ti è sembrata "incoerente o giudicante" Sei proprio lontano...e questo mi dispiace.
    Detto questo....
    Ti auguro una buona giornata.

    RispondiElimina
  54. Per dark (prima di essere frainteso anche da Miriam):
    Dark... dark... non ho puntato il dito contro niente e nessuno, giuro! Nessuna intenzione di darti dell'"incoerente o giudicante", figurati! Se ti ho dato questa impressione ti chiedo di scusarmi. Forse mi son fatto prendere la mano dal fervore del discorso. Nè il mio voleva suonare come un appunto alle tue parole o a quelle di Miriam... VE LO METTO QUI PER ISCRITTO: ASSOLUTAMENTE NO!
    Mi premeva solo ribadire due concetti (e lo rifaccio sinteticamente a scanso di equivoci!):
    1) massimo rispetto per la posizione di ciascuno circa il web e i suoi rischi e, di conseguenza, per le scelte che ognuno compie relativamente al proprio coinvolgimento;
    2) chiarimento sulla mia personale posizione: a costo di rischiare qualcosa (sul fronte lavoro, così come nel privato), ho intenzione di comportarmi con i nickname dei blog allo stesso modo come mi comporterei con gli occhi che avessi davanti. Se sento di potermi dare loro e di poter prendere altrattanta sincerità lo farò senza riserve.

    Tutto qui. Probabilmente non era stato chiaro, ma da stamattina ho un mal di testa...!
    E poi, scusa/scusate: ma secondo voi andavo a rimproverare due fra i miei gioielli più preziosi?!?!

    Dolce dark, quanto alla mia considerazione in genere dell'universo femminile, ti rimanderei volentieri al commento che ho scritto proprio la notte scorsa sul blog di Miriam, solo che (forse per motivi tecnici, come le ho segnalato sopra) non è presente.

    RispondiElimina
  55. Marcusssssssssssssssssssssss!!!!!!
    ussssssss
    usssss
    ussss
    uss
    us
    s
    No amico mio,nulla...tranquillo...
    tutto ok!
    Spero anche per te...
    mica ti posso un giorno volere bene e l'indomani odiare...
    o si?-_:
    hmhmhmhmhmhmm

    scherzo!!!

    Sto solo,tra me e me, virando tra lucidità e trascendenza....per questo sono un pò così...
    quando scrivo mi accade sempre..
    ^_^

    RispondiElimina
  56. Ma bravoooooooooo.........vai nei siti di cucina delle mie amiche, e nel mio neanche l'ombra.....BRAVO!!!!Ora per punizione ci vai subito, e lasci un commento per ogni post che ho scritto!!!! E non ci sono ma....
    :P!!!
    Dai che scherzo....ma iscriviti lo stesso anche al mio!?
    Debora

    RispondiElimina
  57. Marcus ho un dubbio. Lì in alta a destra dice "tot visitatori bla bla bla" a partire da settembre 2009...
    ????????????????

    RispondiElimina
  58. Ciao Marcus.
    In quanto a fregature nel virtuale io ne so qualcosa, ma è quasi sempre da attribuire alla mia ingenuità, perché sono sincera nel reale come nel virtuale, invece dovrei prima "capire" con chi sto parlando, tanto più dietro ad un monitor.
    Però nonostante le batoste prese, rimango me stessa, con i miei difetti, i pregi e anche qualche rimpianto per non aver capito quella tale situazione prima di immergermi con tutta me stessa.
    Ho scritto su un commento che so ascoltare l'anima, aggiungo solo se è pura e sincera come lo sono io.
    Adesso di fiducia ne ho poca in generale, perché me l'hanno rubata e gettata al vento e io li ho lasciati fare...
    Scusa questa è solo una mia personale considerazione.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  59. Gentile Marcus, eccomi a contraccambiare la tua visita. E lo faccio sinceramente, avendo scoperto in te una persona garbata e a modo (circostanza non sempre scontata su Internet).
    Mi piace questo blog e come è scritto. Salta agli occhi la tua frequentazione con la tastiera.
    Per entrare (brevemente) nel merito del tuo post, anch'io trovo che il blog sia una bel modo per esercitarsi nella scrittura, esternare delle sensazioni (che diversamente languirebbero dentro di noi) e stabilire nuovi legami...che a volte possono rivelarsi preziosi.
    Vedo, ad esempio, che qui sei circondato da persone in gamba e pertanto ti faccio i miei più vivi complimenti.
    Arrivederci al Faro.
    Nigel - Antonio

    RispondiElimina
  60. hehehehhehehehhe
    Leggo con estremo piacere le parole del caro Nigel....
    Sappi caro Marcus che dice grandi verità in merito ai legami preziosi....e lui per me è uno di questi....
    è l'esempio eclatante del positivo in termini di amicizia che citavo nei miei papiri....


    ma tu invece?
    Tutto ok?
    sei svenuto?
    Mi urge dirti che io non dormo da una sessantina di ore...che con sto caldo non è che mi rende tanto lucida.....
    ti
    abb
    ra
    cci
    o

    RispondiElimina
  61. Per dark:
    Se tu mi avessi mandato davvero a quel paese, probabilmente l'avrei presa meglio... Invece quel ............... è stato terribilmente destabilizzante!
    Si può soffrire e tanto anche solo per un battito di ciglia, figurati per un silenzio...
    Quando ho concluso OH MY GOD ti ho scritto qualcosa che veniva talmente da dentro... Posso chiederti, per una volta, di fare una cosa? Rileggila e credici con tutte le tue forze: lì non c'è Marco nè Marcus, ci sono io, l'M... se vuoi. L'essenza. Non puoi sbagliarti e non puoi confonderti.
    Ti stringo forte.

    RispondiElimina
  62. Per Debora:
    Mia umanista, pittrice, sanguocaliente donna di origini sicule... (l'ho detta grossa stavolta, mi sa...)
    Tu non hai neanche idea di quanto io possa essere bravo a farmi perdonare... Anzi, sì... lo vedrai!
    Ah, se lo vedrai...!
    Per ora un grande bacio!

    PS: Il tuo blog di cucina l'ho avuto fino ad oggi nella mia lista: c'era qualcosa del tipo "giochino" come ultimo commento... Non so perchè non c'è più ora. E la coscienza pulita la vedi dal fatto che non è stato sostituito dai manicaretti brasileiri!

    Per NikkoHell:
    E FINALMENTE QUALCUNO SE NE E' ACCORTO!!! Ci sono voluti non so quante centinaia di passaggi e di lettori...! EHEHEH
    Ora posso finalmente correggere!
    Una menzione speciale per te: centro al secondo commento!

    RispondiElimina
  63. Per Sab73:
    Rimani così, ti prego Sabina! Senza scudo si prenderanno certo colpi più duri e che fanno più male... Ma vuoi mettere la sensazione di libertà, quando ti immergi dentro te stesso o ti butti a capofitto in quello che hai percepito esserci dietro e nel fondo di qualcuno altro? Certo, al 50% puoi sbagliare, ma quando trovi il tesoro oltre la porta...! Dio mio! Le persone vere... quante ce ne sono!
    Ti stra-abbraccio!!!

    RispondiElimina
  64. Per Il guard.del faro:
    Ciao e grazie per le belle parole! Che fanno ancora più effetto in me ogni volta che sento il calore e l'entusiasmo delle persone che vengono a trovarmi. Ora poi, che ho appena messo da parte un pesante masso (almeno lo spero!) che mi appesantiva il cuore, ancora di più!
    E' vero, mi ritrovo circondato da persone davvero speciali e spero ogni volta di riuscire a dare loro almeno quanto danno a me! Son fatto così... Per questo sei il benvenuto, guardiano!
    Ti verrò a cercare! Ma anche tu torna presto!

    RispondiElimina
  65. E chi cambia! Non ci penso nemmeno e poi non so farlo. Sto curiosando tra i tuoi vecchi post... prometto che non sposto nulla! :-)
    Ah e trovi pure un mio commento in un racconto di un website... ;-)
    Ciao Raggio di sole.

    RispondiElimina
  66. Per dark:
    Dolce metronotte-infermiera-o che altro non so... Perchè non dormi da così tanto tempo? Lo vedi che avevo ragione quando tu vedevo saltare di qua e di là, correre di su e di giù ad aiutare menti, riscaldare cuori, nutrire gli affamati e dissetare i viandanti... eheheh! Sei o no la Dea? [...]
    Ora basta sto sproloquiando... Riposa bene che ti voglio in forma!

    RispondiElimina
  67. Eh, inzomma come si dice ironicamente e sbagliando un po' ortograficamente...bella bagarre....Che 'fo, dico anche io la mia? O mi astengo...mah, senti, io come la penso lo sai, te l'ho detto...ad ogni modo siccome repetita iuvant, ecco il mio pensiero (NON HO RESISTITO; LA MIA LA DEVO SEMPRE E COMUNQUE DIRLA).
    Si inizia un blog, un po' per gioco, un po' seriamente, c'è chi lo imposta come un hobbie, chi lo imposta come diario, chi come libertà di pensiero, chi sfogo delle proprie passioni...Inevitabile lo scambio di opinioni fra gli internauti, bloggers e non, che per caso o volutamente capitano nel nostro blog. Il nostro blog, è un po' casa nostra, quindi qui ci comando io, e chi entra DEVE avere il garbo e l'educazione (scusa se mi scappa qualche terminologia toscana arcaica, deformazione, me lo dicono tutti, mi perdonerete, no??tanto ognuno di noi ha un vocabolario della lingua italiana per tradurmi!!!)di porsi a modino nei confronti in primis del proprietario del blog....Di solito si dà per scontato, ma ultimamente ho capito che per scontato è meglio non dare nulla, e per nulla, intendo nulla, quindi, è bene essere franchi fin dall'inizio e dichiarare che chi entra a casa nostra e sente di voler lasciare un commento, deve lasciarlo con educazione e rispetto. Poi, siccome la base fondamentale di tutto è appunto il rispetto, e spesso questo invece è carente, allora si casca nelle molteplici problematiche che il web genera. E' ovvio che dietro a uno schermo e a una tastiera c'è una persona in carne ed ossa che scrive e manifesta il suo essere e il suo pensiero, il bello è captare l'essere di questa persona, quanto di vero metta nel suo scritto, e quanto di fantasy ci mette. E' uso solito utilizzare dei nick name, i quali possono essere più o meno accattivanti più o meno interessanti, a seconda del gusto di chi se li sceglie e a seconda del gusto di chi li trova....ma ad ogni modo sono una prima identificazione della persona che ha quel blog....in base a questa scelta, che all'inizio viene fatta per curiosità, si instaura un rapporto che, mi ripeto, sta tutto sul rispetto, cioè: chi scrive può essere una persona onesta, dire la verità, e usare il web semplicemente come manifestazione di sè, o essere una persona che indossa una maschera, subdola, che sembra ciò che non è, abbindola con discorsi e argomentazioni varie, e trae in inganno i malcapitati avventori...Ora, l'ingenuità è uno status che si "cura" nel senso che uno si può far fregare una volta, ma poi capito l'andazzo la seconda non si fa più fregare...Poi sarà che io sono una persona sincera, vera e ciò che scrivo è semplicemente la trasposizione del mio pensiero in bianco e nero, la mia vita è basata sulla sincerità il rispetto degli altri e auspico che chi incontro faccia altrettanto...se accade bene, se poi invece ci sono persone fasulle...beh finchè dura, ok, poi se me ne accorgo, dico sempre "NON C'E' PEGGIOR CATTIVO DI UN BUONO CHE DIVENTA CATTIVO"...
    - continua -

    RispondiElimina
  68. - continua -
    In sostanza nel web ci sono i maniaci, intesi in tutti i sensi, ma soprattutto ci sono persone per bene, i famosi GALANTUOMINI, come direbbe mio papà, e galantuomini si riferisce a uomini e a donne, generico, si incontrano persone di una profondità d'animo che è inimmaginabile, persone che sanno ridere e scherzare come amici d'infanzia anche se ci si conosce da poco, si instaurano legami d'amicizia d'altri tempi che nemmeno l'amico con cui esci tutte le sere è così....Ci vuole una discreta dose di fortuna, non lo nascondo, a fare gli incontri giusti, ma le persone fasulle, di solito in un modo o in un altro, prima o poi cadono in fallo ed escono allo scoperto, quindi poi vengono tagliate inevitabilmente fuori.....Io ho trovato l'Amore, quello con la A maiuscola, sono passati 8 anni, 6 fidanzati, 2 sposati, rinnovo, è la persona migliore della faccia della terra, e non lo dico perchè è mio marito, ma lo dico perchè è così. L'Amicizia è il retro della medaglia dell'Amore....Quando meno te l'aspetti trovi amici impensabili....due commenti scambiati e tac....è subito feeling, sembra di conoscerci da anni.....Io credo ai sentimenti a pelle....forse ho imparato dal mio cane (non ridete, è vero), lui pur non conoscendo le persone riconosceva se erano buone o cattive: molti dei miei più cari amici hanno rischiato di essere morsi dal mio cane, oggi, quegli amici non escono più con me (no, il mio cane non se li è mangiati!!!), erano persone cattive che mi hanno ferito, e tradito la mia amicizia....Le persone che non frequentavo spesso, ma che sono entrate in contatto col mio cane e lui ha mostrato subito simpatia, sono quelle che io oggi considero come fratelli....Mio marito, era adorato dal mio cane, infatti ci siamo sposati....Sarà istinto? Non lo so, ma son felice che il mio cane mi abbia insegnato questa cosa...In conclusione penso che essere se stessi, essere sinceri, sia la via migliore per i rapporti di civile convivenza, se tutti fossimo così, molti spiacevoli inconvenienti che spesso saltano alla cronaca non succederebbero, molte fregature non ci sarebbero, e il mondo, sarebbe sicuramente un mondo migliore!!!
    Debora

    RispondiElimina
  69. Per Debora:
    Dolce toscanaccia mia, tu non lo sai, ma sei pronta per far parte della mia comunità utopica. Chiedi a Guernica i dettagli: ne parlammo da lei non so quante decine di commenti fa...
    Detto questo, come si fa a fare la prova del palloncino col tuo cane? Così ci prendiamo tutti una bella patente di affidabilità!!!
    Sei una bella persona, Debora: te l'ho già detto. E con il giusto feeling secondo il mio personalissimo amiciziometro!

    PS: Puoi anche dirlo a tuo marito... Non sono geloso! EHEHEH

    RispondiElimina
  70. innanzitutto VIVA VIVA DEBORA!!!!
    grazie di esistere!
    Non sono l'unica che batte record!!!
    hihiihihhi

    Caro Marcus...quel "dea" mi spinge a risponderti con la mia essenza medievale e quindi inchini,arpe di fondo e quant'altro...

    Bè...anche io ci sono rimasta maluccio se vuoi la verità...
    E' stato come se di colpo si fosse dissolta tutta la conoscenza e l'affinità che si è creata e che abbiamo raggiunto....
    come un tradimento...
    (io le incomprensioni e gli equivoci li vivo così)

    ma è passato...
    ^_^

    dormire?
    whot's dormire???

    Niente giri e soccorsi...
    semplicemente 40 gradi!!!!
    -_-

    Che pizza!!!!
    Poi in estate a me la notte mi predomina sempre in genere....quindi non ci posso fare molto!

    A quel punto me la vivo e basta!
    eheheheheheeehee
    Vagando come ebete ma la vivo.

    ^_________^

    RispondiElimina
  71. PS: e vai!!!! aggiungiamo pure il 74 commento!!!!
    uahauhauahaua
    ma non è che all'amico tuo adesso,se passa e vede il numero dei commenti gli viene un colpo????
    uahauaahauahuaahau

    RispondiElimina
  72. Ehm...purtroppo non si può più fare...il mio cane è morto a settembre, il 10, sinceramente non mi sono ancora ripresa...mi manca tantissimo, e vorrei che fosse sempre con me.....Gli ho dedicato un post sul blog di cucina nell'etichetta Divagazioni Sul Tema, si chiamava Goliath, ci sono le sue foto, se lo vuoi vedere.... Per il resto vengo volentieri nella tua comunità utopica, chiedo a Guerni come fare, ma me lo puoi dire anco te senza farmi fa' tremila giri....Infondo me l'hai proposto te....Tranquillo, io sono fiera di essere Toscana, non mi cambierei per nulla al mondo, ma sono stra orgogliosa di avere l'altro 50% del mio sangue Siculo, come avrai potuto ben notare, è il giusto connubio per essere Debora....Sì lo ammetto, io sono unica nel mio genere, c'è chi dice per fortuna, c'è chi dice che sfortuna....Io sono orgogliosa di essere come sono, dura come il marmo di Carrara, e ostinata come sono....Pregi, difetti? Mi piace pensare che la dicitura che si trova sui capi fatti a mano si calzi a pennello: ogni difetto è da considerarsi peculiarità del capo che lo rende unico e irripetibile nel suo genere....Presuntuosetta...può darsi...ma lo dico per prendermi un po' in giro...come dice Benigni? "Questi Toscanacci...."
    A presto, Debora.

    RispondiElimina
  73. > Per questo sei il benvenuto, guardiano!

    Grazie, non mi ero sbagliato giudicandoti una degna persona. Verrò sicuramente a trovarti.
    Lo meriti!

    RispondiElimina
  74. MITIIICA DARK MOON.....ma sì....scrivere, scrivere scrivere fortemente scrivere....o era un'altra frase....boh....eho, che c'ha 'fa....quando inizio poi non smetto più, da noi si dice: un solda a inizia', due a smette'....ahahahahahahaha........e pensa se parlassi.......no, via 'un mi ci fa' pensà!!!!
    Un abbraccio e viva ai mega lunghi commentiiiiiiiiii!!!!!!
    Debora

    RispondiElimina
  75. Per dark:
    Io non so come vive il resto del mondo. Ma a me piace andare a letto sereno, anche nei pensieri. Soprattutto in quelli che sono stati fonte di nubi... Un giorno spero che mi spiegherai dove e in quali precise parole si annidava il mio presunto tradimento... Voglio capire. Magari anche per email, se vuoi... La trovi nel mio profilo.
    Nel frattempo... SE SENTO IL MIO AMICO ARRGIANF PROVERO' A DIRGLIELO CON MOLTA CAUTELA...! EHEHEH
    Ti voglio bene davvero, dark!
    Per qualche frazione di secondo mi sei mancata...

    RispondiElimina
  76. No war please!:(
    Ho risposto in quel del Faro!!!

    CENTO CENTO CENTO CENTO!
    EHEHEHEHEH
    Però a ragazzì se scrivete un po' meno che magari quasi quasi me leggo pure me el dialogo!
    ahahahahah

    RispondiElimina
  77. DARK alla fine della giornata va a dormire con le dita che digitano anche se non ci sono più i tasti
    MUAHAHAHAHAHAHAH :p
    E magari il fidanzato si illude che siano tentativi di pal*eggio!
    AHAHAHAHAHAHAh

    Ora legge e mi redarguisce ihih :)
    Scusa Marcus, oggi sto fuori come una mina!

    RispondiElimina
  78. PER TUTTI:
    Aho, ragazzi... Sono le sette e mezza... Che fo' (come direbbe Debby), butto giù un chiletto di spaghetti? Tanto restate tutti, no?
    Si fa un po' di pasta al pomodoro fresco (quello del mio orto: mi sa che devo aggiornare le foto!), due risate e si va in santa pace a dormire sereni!

    RispondiElimina
  79. @Guernica...
    muahauahauahauauha
    innanzitutto...ormai,in confidenza...visto che scattata la mezzanotte di sta sera si compiono e festeggiano i famosi "14" anni di convivenza...lo definirei pure marito.

    Poi....
    ma come azz hai fatto scusa???
    0_0 la verità????
    E' mio marito che mi dice di stare al pc....anzi ...mi obbliga proprio...
    lo fa per farmi allenare....
    chiamalo scemo....
    anche se non occorre alcun allenamento...ecco...
    muahauahauahaauahauaauuaua

    @Marcus...ma se permetti ti auito! sono un ottima cuoca...!

    @Debora...
    my friend you are ok!
    ^_-.
    e se mi senti parlare a me.....
    è tipo...ti devo dire una cosa...hai un anno di tempo?
    ihiihiihihhi

    RispondiElimina
  80. "Un giorno spero che mi spiegherai dove e in quali precise parole si annidava il mio presunto tradimento..."

    in questo clima...adesso...è come il tuo commento ai miei versi sono totalmente di fuori dalle risate....

    PS: io credo nel tuo OH MY GOD...ed ho sentito ogni cosa....anche ciò che mi ha inquietata...tipo la minaccia di pandemia a seguito...0_0...
    ma proprio sincera sincera sincera che più non si può!!!!

    A parte la "pandemia" quel commento è decisamente da andare a rileggere tutte le volte che in futuro litigheremo.
    anche se spero mai....
    ^__^

    Ti voglio bene anche io.

    RispondiElimina
  81. *MARCUS!Ebbè?!?
    Dove sono questi spaghetti con il sugo che ho fame!!!!!!!!!???
    Chi finisce per ultimo lava i piatti! VIA!
    ^_______________^

    * DARK, però...curioso..un tipo curioso tuo marito!
    Che strano allenamento..devo provare muahahahahahahahahah
    Non avevo dubbi che non necessitassi di training!!!
    C'è chi può e chi non può.Tu può e possi allora!:P

    RispondiElimina
  82. A TUTTI, e dopo cena...
    ABBRACCIO COLLETTIVO!
    Vi voglio bene ^_^

    P.S. Tranquillo Marcus non ci stiamo impossessando del tuo Blog!eheh :D

    RispondiElimina
  83. Buona notte a tutti, mie meravigliose creature....
    Solo una triste malinconia...
    non poter essere davvero tutti insieme a farci quella spaghettata...
    Vi adoro davvero tanto....
    siamo fantastici, credo gli unici blogger che riescono a trasformare un blog in una chatt...

    Buona notte Marcus....ritorno ad inondarti di abbracci e baci....era già passato troppo tempo dall'ultima volta....
    Sto crollando...e dopo aver compreso che nessuno ha compreso il mio post...
    Mi ritiro decisamente nelle mie stanze....nelle mie torri,nelle mie alture...
    buona notte amico mio.

    RispondiElimina
  84. Ognuno di noi ha un suo spazio nel mondo reale e ci si comporta in un determinato modo...
    dicasi lo stesso nel mondo virtuale...
    Una precisazione tra questi due mondi esiste un sottilissimo filo che li separa e molto spesso non si riesce a distinguere quale sia il sogno o la realtà...
    E questo porta ad un cambiamento della personalità...
    Nel mondo reale non si riesce ad esternare in tutta libertà ciò che il nostro cuore... anima detta... (vuoi forse per vergogna... per timidezza... o altro...
    Quindi nel virtuale spesso si è portati e liberarsi e manifestare i propri sentimenti... emozioni... e spesso li condividiamo con gli amici bloggers...
    Certo nel web si sogna... e questo ci rende vivi... ma attenzione cautela alle persone celate dietro una maschera...
    Ciao Marco il tuo cambiamento è solo il sintomo più comune a tutti noi... la voglia di liberarsi e interagire...
    Grazie di essere passato e sono contenta di averti trasmesso una sensazione (emozione)... chissà forse avrà un seguito il post... vedremo...
    Dolce notte un abbraccio e bacione

    RispondiElimina
  85. @Guernica...
    hmmhmmhmhmm
    mi sento un pò...come dire....
    pubblicizzata...
    0_0


    @Marcus...
    ti scriverò,ti scriverò...
    dammi solo tempo...senza tempo...
    ogni cosa a suo tempo....
    lo sai che leggo nei silenzi anche io.

    Vista l'ora,buon giorno a tutti!

    RispondiElimina
  86. Gianluigi16/6/09 09:26

    mmm...

    vedo che l'argomento quando tocca il nervo giusto fa uscire fuori il "reale" (lo scrivo tra virgolette perchè secondo me nell'iperspazio internettiano di reale non c'è nulla) delle persone. Infatti, incomprensioni, malumori, malesseri, tradimenti, precisazioni, etc etc...
    Ma non era questo il punto che volevo affrontare, anche perchè so che se mi impelago in questa asserzione, mi fate nero....ma nerooooo che più non si può.

    Circa 10 anni fa, 11 per l'esattezza, ho realizzato un cortometraggio, proprio sull'argomento dei rapporti "virtuali" che possono scaturire dal web. Era molto autobiografico, perchè ho sperimentato cosa significa intraprendere dei rapporti per via telematica.
    Bene dopo due lustri sono ancora più convinto che l'essere umano, essendo un essere sociale, ha necessità di rapporti, comunicazioni, interazioni...MA REALI, CONCRETI, VERI!!!
    E quasta, che reputo "verità assoluta", la deduco da alcune affermazioni che ho letto nei commenti. Una tra tutte, la "spaghettata", questo è l'esempio principe di come ci sia l'abisso tra il fantascentifico, evanescente, illusorio mondo di internet e la realtà, dove realmente dopo una chiacchierata qualcuno butta un chilo di spaghetti nella pentola.... ma voglio farne anche un altro di esempio, anzi vorrei fare una domanda a Marco, Debora, Dark, Sab, Nicole, Miriam:

    Quando vi mandate questi, abbracci, baci, carezze...ma veramente vi fermate a leggere quei caratteri che formano le parole e vi bastano, vi riempiono o sentite la necessità realmente di una manifestazione d'affetto?

    Ricordo una canzone dei nomadi:
    "...il sole del mattino, non è caldo come il fuoco del camino...". Bhe, è proprio la differenza tra un "a b b r a c c i o" digitato e un "ABBRACCIO"...

    RispondiElimina
  87. Che potevo mancare questa mattina???
    Non penso!!!
    Allora...Buongiorno!!!Mi sembrava di essere tipo il Nico di aldo giovanni e giacomo nello skech del conte dracula...va ben, via lo ammetto non ho fatto colazione....sono le 11 ed è tardi...ormai aspetto il pranzo....Bravo Marcus, stai imparando il Toscano.....questo mi fa piacere!!!!
    Via, inizio il ritiro spirituale, domani devo fare una radiografia e c'ho già l'ansia....
    Debora

    RispondiElimina
  88. Allora, caro Gianluigi, eccomi a risponderti visto che mi hai chiamata in causa:
    Vedi Gian, hai ragione quando dici che il mondo virtuale è diverso da quello reale, probabilmente se la stessa "chiacchierata" l'avessimo fatta tutti viso a viso, sarebbe realmente finita con un kg di pasta al pomodoro....Ma, come dici te, di aver avuto due lustri di esperienza in cui ti sei convinto che l'Uomo in qualità di Animale Sociale, ha bisogno di rapporti veri, io dalla mia esperienza posso dirti quanto segue, e penso che, avendo toccato con mano cosa significa, posso darti una risposta esaustiva.... Giusto un attimo fa ho risposto ad un amico che era un po' giù, dicendogli che l'Amicizia, per me, è un valore sacro, è un seme che se si decide di piantarlo, va poi curato e protetto con tutte le proprie forze...Non credere che si possa essere amici solo nel mondo reale, non credere che un rapporto debba essere fondato solo ed esclusivamente sul tatto fisico...
    - continua -

    RispondiElimina
  89. - continua -
    Siamo nel 2009, i tempi sono diversi, i modi di comunicare sono diversi. Alla maturità ho fatto un articolo di giornale sull'evoluzione della comunicazione, a partire dalla prima stampa di Guttemberg fino ai giorni d'oggi....e tu stesso ti sarai reso conto che è tutto diverso...la comunicazione si è evoluta...il modo di relazionarsi con le persone si è evoluto....Tu dici se i baci e gli abbracci ci scaldano come quelli dati fisicamente....Cosa pensi che ti risponda? Sì? No? Ciò che ti rispondo è che dall'alto dei miei 28 anni posso dirti che io personalmente sono una persona vera, sincera e leale, parlo sempre con cognizione di causa, se non so che dire piuttosto non dico nulla, ma non è mio uso dire o scrivere qualcosa che non penso o qualcosa che non provo. I sentimenti sono cosa assai misteriosa, si manifestano in maniere diverse, si materializzano in maniere diverse...Ricordati, ne ferisce di più una lingua che una spada....ed è vero....Un'amica reale un giorno mi disse: sa, debora, la mia amicizia con te non potrà mai essere come quella che lega me e lucia, perchè con lucia basta uno sguardo per capirsi, con te non c'è questo feeling....
    - continua-

    RispondiElimina
  90. - continua -
    Come ci si rimane quando una persona che credi amica ti fa un discorso del genere? Perdonami, ma io non ci sono rimasta assolutamente bene...e di lì il rapporto si è incrinato fino a rompersi....Non credere che mi sia rifugiata nella rete per cercare amicizie virtuali, io ho dei cari amici tre o 4 nella realtà, a cui sono legatissima, e per i quali darei la vita ce ne fosse bisogno....ma ho anche degli amici virtuali, che non si limitano a quelli che tu hai chiamato in causa....E dietro a un monitor, dietro a una tastiera, dietro a un post, dietro a un commento, ci sono delle persone in carne ed ossa, ovvio, come in tutte le cose, la falsità si trova nel mondo reale quanto in quello virtuale....tutto sta nel saperla individuare...ci vuole anche una discreta e cospicua dose di fortuna, a incrociare sul proprio cammino persone sincere, vere oneste, che sicuramente all'inizio indossano una maschera, ma che poi facendo esame di coscienza si rendono conto che essere se stessi è la miglior maniera per andare avanti nella vita. Personalmente se dovessi fingere di essere ciò che non sono, non mi ci metterei nemmeno né a fare un blog, né a seguirne altri. La falsità è una cosa che proprio detesto, e lo dico apertamente, e lo dico in prima battuta a tutti coloro che conosco...Per quanto riguarda i baci e gli abbracci, sono baci e abbracci che chi li dona li sente come veri, come sentimento donato con sincerità, amicizia e affetto....Questo è un mondo particolare, dove si instaurano legami particolari, oggi siamo solo un nick name, domani siamo amici e dopo domani ci organizziamo per conoscerci...l'amicizia è bella perchè è incondizionata, non devi essere ne bello ne formoso ne muscoloso per essere amico, se dobbiamo stare a guardare queste cose, allora caro mio, è finita, ma non ti ci mettere nemmeno se devi avere questo punto di vista qua...ma cosa preferiresti, che ci salutassimo con un ciao? Ok, va bene, a te ti saluteremo con un ciao, noi, amici legati da ideologie, esperienze, vissuti opinioni interessi, hobbie, passioni, continueremo a salutarci mandandoci baci abbracci e tutto ciò che sentiremo di dirci....C'è tanta falsità nel mondo reale c'è tanta ipocrisia che farebbe rabbrividire persino il diavolo, allora dimmi una buona ragione per cui dovremmo essere falsi e ipocriti fra chi condivide un qualcosa??Tu hai mai seguito un forum? Hai mai letto cosa si dicono gli interlocutori dei forum? Sono persone che condividono una passione, e si scambiano opinioni, e nascono amicizie...Forse, dovresti domandarti cosa è per te l'amicizia, e che valore gli dai, poi allora vieni a chiedere a noi cosa pensiamo dell'amicizia e che valore gli diamo, così ne discutiamo e vediamo se ciò che diciamo o scriviamo sono cose finte o se sono sentimenti ed emozioni che veramente proviamo.
    Debora

    RispondiElimina
  91. Eccomi qua a rispondere pure io a Gianluigi.
    IO ti porto la mia esperienza. Da anni ormai uso internet a casa (al lavoro non ho davvero il tempo di chattare!). Ho iniziato con i forum, poi chat pubbliche alle quali preferisco messenger, più intimo e con la possibilità di conoscere l'altro/a, sempre se c'è la voglia di farlo.
    Ho aperto un sito mettendoci tutte le poesie, immagini e cosette varie della mia vita. Ho incontrato diverse persone con il mio problema fisico e con alcuni è nata prima una vera amicizia e poi un'associazione nazionale di malati per i malati, ne sono la tesoriera. Poi il giorno di Natale del 2007 ho aperto il mio forum, che adesso sto lasciando un po' da parte (però va avanti lo stesso con la supervisione di alcuni amici che fanno parte dei moderatori) ed ho aperto il mio blog.
    Qui in meno di un mese ho trovato altre persone vere, e colme di sentimenti e passioni che mi aiuteranno forse nei momenti del mio vuoto, ma non mi aspetto niente di più di quello che ricevo.
    Ho avuto fregature è vero, ma lo imputo al mio essere troppo ingenua e sincera sempre, e spesso non trovo un riscontro.
    Per quei falsi non ci sono più, chiuso i contatti e ognuno per la sua strada. Ci sono stata male è vero, ma poi capisco che non vale la pena, però io considero sempre reale chi scrive dietro un monitor, a prescindere che sia sincero o bastardo.
    Quando scrivo tvb o un bacio o un abbraccio lo dico perché lo sento, ovvio che non è reale, manca il contatto fisico, ma con alcuni ho avuto la possibilità di averlo, con altri mi sarà impossibile causa la distanza. La vita è così anche nella realtà.
    Certo se parliamo di veri amici, allora devo fare una bella pulizia al messenger e rubrica di contatti email, ma io sono per la qualità piuttosto che quantità.
    Wow mi avete contagiato... ho scritto un papiro! :-)
    Magari gli utenti del mio forum scrivessero post così lunghi! Lì devo stare attenta a litigi, polemiche e quant'altro!
    Per questo cercavo qualcosa da non amministrare e sentirlo comunque uno spazio mio, più intimo.
    Forse ho fatto la cosa giusta!
    Ringrazio Marcus della sua ospitalità e mando un buon pomeriggio a tutti.

    RispondiElimina

Posta un commento