Internauti di tutto il mondo...

In un momento di crisi e di incertezze come questo, una delle cose di cui si sente maggiormente bisogno è l'informazione. Soprattutto quando pensi che i canali ufficiali possano rifilare notizie drogate, vere a metà o completamente false. E allora, nulla meglio di internet per mettere in contatto tutto il mondo in tempo reale e per sapere dalla gente comune come stanno davvero le cose a casa loro. Per esempio: nei giorni scorsi abbiamo sentito della grave situazione in Islanda. Banche fallite, nazionalizzate dallo Stato, borsa fermata per tre giorni. Poi però hanno cominciato a girare altre voci: sportelli di banca chiusi, bancomat inattivi per un paio di giorni, assembramenti di persone davanti ai supermercati... Vero o falso? La mancanza di informazioni da parte dei media potrebbe indicare che si tratta solo di suggestioni, magari create ad arte per scatenare il panico; ma chi dice che in realtà proprio chi muove i fili dei media non abbia interesse a non far passare una notizia del genere?

Ecco, in questa situazione, la parola e le immagini raccolte dalla gente comune assumono un'importanza straordinaria. E internet può rivelarsi quel canale prezioso per diffondere e per capire come stanno realmente le cose. E sarebbe quanto mai importante, in questo momento, avere conoscenza di quello che accade.

Commenti

  1. Un veloce link come conferma che se si gira a dovere le informazioni arrivano (solo dal web naturalmente), e questa è pure vecchia di notizia del sole24ore.

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2008/10/Islanda-banche-collasso.shtml?uuid=53dc75d2-93ba-11dd-b691-b4862d432e11&DocRulesView=Libero

    Dopodichè sparatevi questo :

    http://www.grapevine.is/Features/ReadArticle/The-Skeleton-Economy-The-Icelandic-Economy-has-Crashed-the-government-has-nationalized-all-three-of-the-major-banks

    (le prime righe in neretto già sono abbastanza chiarificatrici...)


    'notte...

    RispondiElimina

Posta un commento